: Category One

UN UOVO OGGI E UNA GALLINA DOMANI: I POLLAI DEL NIARI

Nella Repubblica del Congo con il progetto “Soutien aux activités agricoles et avicoles gerées par les associations paysannes et formation” gestito in partenariato con l’associazione ADD, abbiamo riabilitato i pollai comunitari nei villaggi di Matadi, Leboulou, Sala Ngolo e Mossendjo. Adesso le donne del Niari possono disporre di un piccolo reddito derivante dalla vendita di polli e uova nei mercati locali e hanno migliorato l’alimentazione delle loro famiglie grazie alla produzione giornaliera di circa 150 uova sane, fresche e a chilometro zero!

CIAD_LA POSA DEI CIPPI LUNGO IL CORRIDOIO DI TRANSUMANZA

In Ciad proteggiamo la biodiversità del Parco Nazionale di Zakouma, uno dei più importanti in Africa con i suoi circa 3.000 km quadrati. Zakouma e il suo prezioso ecosistema sudano-saheliano ospitano animali rarissimi e a rischio di estinzione.
Per tutelarli stiamo lavorando nella piana del Gara, a sud ovest del Parco, zona di intensa pastorizia che ogni anno e’ attraversata da decine di migliaia di capi di bestiame e da famiglie di pastori nomadi che nell’allevamento trovano la loro unica fonte di sussistenza.

Per la conservazione del Parco abbiamo cominciato la posa di 600 cippi per delimitare un corridoio di transumanza lungo oltre 300 km all’esterno del Parco, evitando così lo sconfinamento delle mandrie nelle aree protette.

CONGO_L’ULTIMA CAMPAGNA AGRICOLA CON LE COOPERATIVE DEL NIARI

Nei villaggi di Nganda Mbinda, Moubangou e Dolisie gli agricoltori delle cooperative sostenute dal progetto sono al lavoro per la coltivazione di pomodori, peperoni, fagioli, cipolle e ananas.
Grazie alla formazione tecnica e alla consegna degli attrezzi e delle sementi, sono ora in grado di aumentare la produzione agricola dei loro villaggi, migliorare il reddito delle proprie famiglie e la sicurezza alimentare nella regione del Niari.

AIUTACI A SALVARE IL PARCO DI ZAKOUMA!

Il Parco di Zakouma, in Ciad, tutela un patrimonio naturalistico di valore inestimabile, ospitando un ecosistema unico al mondo. Il parco protegge molte specie animali a rischio di estinzione, quali le rarissime giraffe del Kordofan, le antilopi Lelwel, gli ultimi esemplari di elefante sahariano e gli unici rinoceronti neri presenti al di fuori dell’Africa Australe.

La conservazione del parco di Zakouma è di fondamentale importanza per la sopravvivenza di questi animali e per la conservazione dell’unico polmone verde nel sud-est del Ciad, una zona fortemente colpita dagli effetti dei cambiamenti climatici. Il progetto di Alisei permette di proteggere l’integrità del Parco e di migliorare le condizioni di vita delle comunità agropastorali che vivono nelle zone limitrofe, garantendo loro l’accesso all’acqua e il sostegno alle attività agricole.

Aiutaci a preservare questo luogo meraviglioso!

Contribuendo al progetto, parteciperai alla realizzazione di un corridoio di transumanza lungo oltre 300 km all’esterno del Parco, evitando così lo sconfinamento delle mandrie nelle aree tutelate dal Parco. Inoltre, ci aiuterai a costruire infrastrutture agro-pastorali indispensabili – 4 bacini idrici di abbeveramento, 4 pozzi, 3 farmacie veterinarie e 3 parchi di vaccinazione per gli animali – che permetteranno alle comunità locali di condurre le proprie attività nel rispetto dell’ambiente, prevenendo così lo sfruttamento indiscriminato delle risorse naturali e preservando l’integrità del prezioso ecosistema del Parco Zakouma.

Grazie per il tuo sostegno!

Per accedere alla campagna di crowdfunding: link

Per maggiori informazioni : link2

AIUTACI A SALVARE IL PARCO DI ZAKOUMA!

Il Parco Nazionale di Zakouma é uno dei parchi più importanti dell’ Africa Sub-Saheliana. Protegge gli ultimi elefanti sahariani, le rarissime giraffe Kordofan, i rinoceronti neri, le antilopi lelwel e una incredibile #biodiversità.
Stiamo lavorando da tre anni per proteggere il Parco e il suo ecosistema – “sudano-saheliano”, unico al mondo, minacciato dagli effetti del cambio climatico e dallo sfruttamento delle sue incredibili risorse naturali. Per riuscirci, abbiamo coinvolto le comunità locali in una sfida difficile che consiste nel sostenere sia gli allevatori nomadi sia gli agricoltori delle zone periferiche, garantendo l’accesso a beni vitali – acqua, cibo, salute – al di fuori del Parco.
In particolare stiamo realizzando tre pozzi, tre bacini di abbeveraggio, tre parchi di vaccinazione, tre farmacie veterinarie e un grande corridoio (di 300 km!) in cui indirizzare la transumanza del bestiame, decine di migliaia di capi, che ogni anno passano vicino al Parco.

Aiutaci a preservare questo prezioso ecosistema e a scongiurare la perdita irreversibile di un patrimonio di inestimabile valore.
Sostieni il progetto con una donazione seguendo questo link.

CONGO – IL NOSTRO IMPEGNO PER I DIRITTI UMANI DEI PIGMEI

Ecco alcune immagini della missione che abbiamo condotto nel Dipartimento della Bouenza per la tutela dei diritti umani dei pigmei, che sono vittime di discriminazione, violazione dei diritti territoriali, isolamento, esclusione sociale, analfabetismo e povertà.
In partenariato con alcune associazioni locali, Alisei sta promuovendo un intervento per favorire l’accesso all’educazione sia per i bambini che per gli adulti, la valorizzazione della loro preziosa cultura, l’emancipazione e l’appropriazione di consapevolezza dei propri diritti.
I Pigmei sono uno dei più antichi popoli abitatori delle foreste equatoriali e tropicali africane. L’Assemblea Generale dell’ONU con la dichiarazione del 13 settembre 2007 ha affermato l’importanza della tutela della diversità culturale dei popoli indigeni perché rappresenta una parte rilevante del “patrimonio comune dell’umanità”.
Fonti storiche antichissime, risalenti addirittura ai monumenti egizi del secondo millennio a.C., già menzionano i Pigmei come “Danzatori degli Dei” riconoscendo la loro grande abilità nella danza, famosa anche oggi. Un’abilità che è parte di quel patrimonio di cultura e tradizioni la cui integrità abbiamo il dovere di preservare.