Tag Archives: nutrition

Lo stato della sicurezza alimentare nel mondo

In un anno caratterizzato dalle gravi difficoltà connesse alla pandemia COVID-19, per la prima volta dal 2014 il numero di persone denutrite nel mondo ha purtroppo ripreso a salire, si parla di cifre drammatiche, circa 760 milioni di persone, con un aumento dal 8,4% al 9,9% della popolazione.
Le cifre per continente sono le seguenti: 282 milioni in Africa, 418 milioni in Asia, 60 milioni circa in America Latina e Caraibi.
Ma oltre a questo si stima che 2,37 miliardi di persone non abbiano accesso a un livello di alimentazione adeguato rispetto agli standard della sicurezza alimentare (accesso, qualità, diversificazione della dieta, stabilità, etc.) con un aumento di 320 milioni di persone.
Aumento incontrollato della popolazione, pandemia Covid 19 e la connessa recessione, sistemi agroalimentari insostenibili che contribuiscono a diete povere e al cambiamento climatico sono i principali fattori all’origine di questa tendenza.
Leggi l’ultimo rapporto della FAO al seguente link: https://bit.ly/3fcOC1p

Campagna per il diritto a una nutrizione sana a Sao Tomé e Principe

In collaborazione con l’Istituto di Genere e con il PNASE, il Programa Nacional de Alimentaçao e Saude Escolar, stiamo realizzando campagne di sensibilizzazione rivolte alle donne e alle mamme, che promuovono le buone pratiche alimentari per l’infanzia e per gli adulti, basate sulla valorizzazione dei prodotti dell’agricoltura locale.

Siamo andati in due asili e in un centro di salute del Distretto di Cantagalo e nelle roças di Bernardo Faro, Caldeiras e Santa Clotilde, promuovendo i principi di una nutrizione sana per la crescita dei bambini dai 6 mesi in su e preparando la degustazione di ottime pappe realizzate con le innovative farine dei frutti di Sao Tomé e Principe (frutapao, matabala, banana), sane, nutrienti e a chilometro zero!

UN SUOLO SANO SIGNIFICA CIBO SANO!

La sicurezza alimentare e la corretta nutrizione dipendono in gran parte dalla disponibilità di un suolo sano, non contaminato e ricco di nutrienti. Una terra fertile è la base per la vita, per il nostro sostentamento e per l’agricoltura, che a sua volta rappresenta l’elemento strategico più importante per la ricerca di rimedi e misure di mitigazione dei cambiamenti climatici e della povertà.
In Gabon il progetto “On Mange Local“, co-finanziato da European Commission – EuropeAid, ha contribuito in modo significativo alla diffusione di buone pratiche per una coltivazione sostenibile e per il consumo di alimenti freschi, sani e coltivati localmente.
Seguendo alcuni semplici accorgimenti è possibile ridurre l’utilizzo di prodotti fitosanitari che danneggiano la salute del consumatore e inquinano le falde acquifere e il terreno.

Sustainable Forestry for FoodSecurity and Nutrition

Il 27 Giugno l’High Level Panel of Experts (HLPE) ha lanciato un report sulla gestione sostenibile delle foreste a vantaggio della sicurezza alimentare e della nutrizione.
Foreste e alberi contribuiscono alla sicurezza alimentare in molti modi: forniscono legno, energia, alimenti e altri prodotti; generano reddito e occupazione per molte persone, spesso per i più vulnerabili; forniscono servizi per la #salute e per il benessere dell’uomo, tra cui la regolazione del ciclo dell’acqua e del carbonio, la protezione del suolo e la #conservazione della biodiversità. Popoli indigeni, abitanti rurali che vivono ai margini delle foreste, piccoli agricoltori e imprese di coltivazioni arboree (più di 1,5 miliardi di persone) dipendono dalla foresta. Sono moltissime le persone che si affidano a questi #ecosistemi per il proprio sostentamento!
L’obiettivo della ricerca è ottimizzare il contributo delle foreste alla sicurezza alimentare e alla nutrizione attraverso meccanismi di governance inclusivi che consentano la partecipazione delle parti interessate, a partire dalle comunità locali e dai popoli indigeni valorizzando le conoscenze tradizionali.
Come sottolineato dalla sig.ra Semedo, vicedirettrice generale della Food and Agriculture Organization of the United Nations (FAO), “se le foreste del mondo fornissero le condizioni delle 7 principali raccomandazioni del report, l’impatto sulla FSN sarebbe considerevole, soprattutto per le attività rurali e in particolare per donne, giovani e popolazioni indigene “.

Ciad, completate tre banche cerealicole per la conservazione dele derrate alimentari

Nell’ambito del progetto “Assurer la disponibilité alimentaire de qualité aux populations vulnérables à travers l’amélioration de la production maraichère et la promotion d’un petit élevage familial géré par les femmes dans la Région du Guera”, cofinanziato dalla Commissione Europea – EuropeAid, insieme al partner SahelEcodev, abbiamo costruito tre banche cerealicole nei cantoni di Dangueléat, Djonkore et Kenga.
Si tratta di un contributo importante per il rafforzamento della sicurezza alimentare della Regione subsaheliana del Guera, – caratterizzata da difficili condizioni climatiche e da gravi casi di malnutrizione – per il fatto che sarà possibile garantire lo stoccaggio e una più stabile disponibilità di derrate alimentari a prezzi accessibili agli abitanti della regione. Dei Comitati di Gestione (CoGes), costituiti e formati dal progetto, prenderanno in carico le infrastrutture per assicurare la loro sostenibilità nel tempo.
Per saperne di più: www.aliseiforchad.org 

Per aiutare il progetto con una donazione visita il seguente link