Tag Archives: environment

Prog. Zakouma: abbiamo completato il bacino di Al-Fasallah!

Nell’ambito del progetto contro il cambio climatico e a tutela del Parco Nazionale di Zakouma (Ciad), il cui ecosistema, “sudano-saheliano”, é patrimonio dell’umanità per la sua straordinaria biodiversità, abbiamo completato il bacino di abbeveramento (“mare”) e il pozzo profondo di Al-fasallah!

Le comunità locali e gli allevatori nomadi possono ora trovare una risorsa primaria, l’acqua, in un’area caratterizzata da gravi problemi connessi alla siccità e all’intensificarsi di fenomeni meteorologici estremi.

La mare infatti é un’importante fonte di acqua per le mandrie e il pozzo profondo alimentato a pannelli solari é  una fonte di acqua potabile vitale per tutta la popolazione locale.

Aiutaci a sostenere il progetto con una donazione, il tuo aiuto é importante: link

PANDEMIA COVID19, BISOGNA AGIRE

La pandemia è l’ennesimo campanello d’allarme. È il momento di agire.
La distruzione della natura mette a rischio la nostra stessa sopravvivenza.
Il 75% dei virus come il covid 19 sono di origine animale.
La tutela dell’ecosistema e della biodiversità è vitale per prevenire nuove epidemie.
Non possiamo mantenere gli attuali modelli di “sviluppo”. Dobbiamo lavorare in armonia con la natura, prevenire il cambio climatico e la perdita della biodiversità.
Se falliamo fallisce l’umanità, 

Per saperne di più guarda il  link al video di UNEP

FERMIAMOCI, E’ IL MOMENTO DI RIFLETTERE SUL NOSTRO STILE DI VITA E MODELLO DI “SVILUPPO”

“All’inizio pensai che stavo combattendo per salvare gli alberi della gomma, poi ho pensato che stavo combattendo per salvare la foresta pluviale dell’Amazzonia. Ora capisco che sto lottando per l’umanità…”
(Chico Mendes)

Ci troviamo nel mezzo di una grave crisi sanitaria che ci lascia sgomenti e che conferma come il nostro modello di sviluppo sia fragile e squilibrato, rendendoci tutti improvvisamente vulnerabili al verificarsi di crisi globali.

Alisei da più di 30 anni opera per promuovere uno sviluppo sostenibile ed equo, lavorando in contesti di precarietà ed emergenza, a fianco delle persone più fragili e a rischio.

L’aumento delle disuguaglianze nella distribuzione della ricchezza, la crescita demografica incontrollata nelle aree più povere del pianeta, dove l’assenza di istruzione e la violazione dei diritti delle donne rappresentano la norma, producono effetti devastanti e incontrollabili.
Le risorse ambientali sono in esaurimento. Il Nord del mondo a maggio avrà già consumato le risorse che il pianeta è in grado di rigenerare in un anno (“overshoot day”), provocando gravi effetti sul cambio climatico a scapito innanzitutto dei paesi più poveri.

La nostra Europa, nata sulle macerie della seconda guerra mondiale per prevenire il ripetersi degli orrori della guerra, è afflitta dagli egoismi nazionali, e non ha saputo, negli ultimi venti anni, mettere al centro del proprio operato la solidarietà e la tutela dei diritti.

In questi giorni, in cui siamo chiamati a ridurre la frenesia della nostra routine quotidiana, l’invito è quello di fermarsi a riflettere, a comprendere come sia indispensabile cambiare profondamente i nostri stili di vita e i nostri modelli di sviluppo, ripartendo dalla solidarietà, dalla tutela dell’ambiente e dal valore dei beni pubblici.

Di seguito alcuni testi sullo sviluppo sostenibile che tutti dovremmo leggere e rileggere:
Dichiarazione di Rio sull’Ambiente e lo Sviluppo del 1992 dell’ONU
Rapporto su popolazione e sviluppo – Conferenza internazionale del Cairo, 1994
L’enciclica laudato sì di Papa francesco 

“Como BEM. Como NATURAL. Como LOCAL e Sou SAUDAVEL” – La campagna di sensibilizzazione nelle scuole di Sao Tomè per un’alimentazione sana e nutriente!

Prosegue la campagna di sensibilizzazione che da oltre un anno stiamo realizzando per promuovere il consumo dei prodotti che crescono naturalmente nel territorio saotomense, tutelando la salute e la sicurezza alimentare delle sue comunità e la biodiversità della sua splendida terra. Si tratta di imparare a conoscere le favolose proprietà nutritive dei frutti e dei tuberi locali (fruta pao, banana e matabala, ecc) e a utilizzarle, anche trasformate in forma di farina e frutta disidratata, per preparare gustose e salutari pappe per i bambini.

Come sempre nelle azioni di Alisei, l’educazione e il coinvolgimento dei più piccoli, i protagonisti più importanti nello sviluppo della loro terra e delle loro comunità, è alla base di questa campagna.

Per questo, dopo le iniziative realizzate presso le comunità nelle roças, nelle creches e nei centri di salute di Bernardo Faro, Caldeiras, Santa Clotilde, Agua Izé e di Ribeira Afonço, adesso la campagna di sensibilizzazione prosegue nelle scuole elementari e materne del Paese.

La campagna, realizzata in collaborazione con il PNASE (“Programma Nazionale di Alimentazione e Salute Scolare), il PRIASA II (Programma di riabilitazione delle infrastrutture agricole e di sicurezza alimentare), la fondazione Fluta Non, l’Ong Qua Tela e gli agricoltori e trasformatori artigianali di prodotti agricoli, è iniziata nel mese di novembre e proseguirà fino alle festività natalizie, coinvolgendo quasi 900 bambini e bambine di quattro scuole materne nei Distretti di Agua Grande, Me-Zochi e Cantagalo.

Perché tutti i bambini e le bambine di Sao Tomè e Principe possano cantare insieme:
Como Bem. Como natural. Como Local e Sou Saudavel!
(Mangio bene, mangio naturale, mangio locale e sono in salute!)

CIAD_LA POSA DEI CIPPI LUNGO IL CORRIDOIO DI TRANSUMANZA

In Ciad proteggiamo la biodiversità del Parco Nazionale di Zakouma, uno dei più importanti in Africa con i suoi circa 3.000 km quadrati. Zakouma e il suo prezioso ecosistema sudano-saheliano ospitano animali rarissimi e a rischio di estinzione.
Per tutelarli stiamo lavorando nella piana del Gara, a sud ovest del Parco, zona di intensa pastorizia che ogni anno e’ attraversata da decine di migliaia di capi di bestiame e da famiglie di pastori nomadi che nell’allevamento trovano la loro unica fonte di sussistenza.

Per la conservazione del Parco abbiamo cominciato la posa di 600 cippi per delimitare un corridoio di transumanza lungo oltre 300 km all’esterno del Parco, evitando così lo sconfinamento delle mandrie nelle aree protette.

AIUTACI A SALVARE IL PARCO DI ZAKOUMA!

Il Parco di Zakouma, in Ciad, tutela un patrimonio naturalistico di valore inestimabile, ospitando un ecosistema unico al mondo. Il parco protegge molte specie animali a rischio di estinzione, quali le rarissime giraffe del Kordofan, le antilopi Lelwel, gli ultimi esemplari di elefante sahariano e gli unici rinoceronti neri presenti al di fuori dell’Africa Australe.

La conservazione del parco di Zakouma è di fondamentale importanza per la sopravvivenza di questi animali e per la conservazione dell’unico polmone verde nel sud-est del Ciad, una zona fortemente colpita dagli effetti dei cambiamenti climatici. Il progetto di Alisei permette di proteggere l’integrità del Parco e di migliorare le condizioni di vita delle comunità agropastorali che vivono nelle zone limitrofe, garantendo loro l’accesso all’acqua e il sostegno alle attività agricole.

Aiutaci a preservare questo luogo meraviglioso!

Contribuendo al progetto, parteciperai alla realizzazione di un corridoio di transumanza lungo oltre 300 km all’esterno del Parco, evitando così lo sconfinamento delle mandrie nelle aree tutelate dal Parco. Inoltre, ci aiuterai a costruire infrastrutture agro-pastorali indispensabili – 4 bacini idrici di abbeveramento, 4 pozzi, 3 farmacie veterinarie e 3 parchi di vaccinazione per gli animali – che permetteranno alle comunità locali di condurre le proprie attività nel rispetto dell’ambiente, prevenendo così lo sfruttamento indiscriminato delle risorse naturali e preservando l’integrità del prezioso ecosistema del Parco Zakouma.

Grazie per il tuo sostegno!

Per accedere alla campagna di crowdfunding: link

Per maggiori informazioni : link2

Moduli Donazioni

ALISEI ONG ONLUS - ITALY


Stiamo lavorando sulla risoluzione di problemi tecnici ai moduli di donazione automatica, per chi volesse donare può contattare direttamente la segreteria su info@alisei.org , consultare la sezione dedicata od utilizzare il modulo donazioni di Facebook
https://www.facebook.com/aliseiong

Ci scusiamo per il disagio . Grazie.

This will close in 9 seconds