Tag Archives: Agriculture

Il nostro contributo al World Food Security e-center

Alla presentazione del World FoodSecurity e-Center, iniziativa sotto l’egida dell’ONU per combattere la fame nel mondo e mitigare il fenomeno migratorio, Alisei Ong Onlus ha portato la sua esperienza con le comunità rurali in Tchad. http://bit.ly/2ntmefF

Con le donne del Congo a sostegno della produzione agricola!

Ormai da 3 anni, in collaborazione con l’Association Diocésane di Dolisie e le 14 associazioni agricole aderenti al progetto, lavoriamo nel Niari, regione situata nella parte occidentale del Paese, ai confini con il Gabon, con un grandissimo potenziale di sviluppo agricolo. Per rafforzare la capacità produttiva delle associazioni agricole, migliorare la sicurezza alimentare delle comunità residenti e rivitalizzare il settore agricolo, ancora debole e disorganizzato per mancanza di risorse e tecniche moderne di coltivazione, abbiamo investito soprattutto sulla formazione agricola, sull’inquadramento tecnico degli agricoltori e sulla creazione di una filiera per la commercializzazione dei prodotti.
Dalla costituzione delle cooperative ad oggi i risultati ottenuti grazie alle azioni del progetto sono tantissimi. Grazie al supporto tecnico, alla distribuzione di sementi e attrezzi agricoli e alle sessioni di formazione realizzate, oggi oltre 70 ettari di terreno sono coltivati a ortaggi (cavoli, peperoni, cipolle, pomodori, fagioli, spinaci, sedano) e manioca e i prodotti sono venduti nei mercati locali di Dolisie, Pointe Noire e Mossendjo.
Questa settimana festeggiamo un risultato eccezionale dei nostri agricoltori: ben 900 kg di cipolle sono stati raccolti nei campi e venduti al mercato agricolo di Dolisie! Questi risultati hanno una lunga storia fatta di lavoro, di aspettative, di tentativi, di errori, di scambi di saperi, di condivisione, di fatica. E’ il cammino difficile e complesso con cui ci impegniamo da sempre per sviluppare l’emancipazione dalla dipendenza e dal bisogno dei nostri beneficiari che diventano destinatari di beni produttivi e di competenze che favoriscono la loro indipendenza economica e lo sviluppo dell’inclusione sociale della loro comunità.
Una storia di cooperazione e di partecipazione.

Per saperne di più e per contribuire a questo progetto visita il link: AliseinCongo

Progetto On Mange Local Video « Lutte biologique au Gabon »

In Gabon l’insufficiente sviluppo del settore agricolo ha creato una forte dipendenza del Paese dalle importazioni alimentari dai Paesi vicini, in particolare dal Camerun. Per contrastare questa dipendenza e contribuire allo sviluppo sostenibile dell’agricoltura abbiamo realizzato il progetto On Mange Local, cofinanziato dalla European Commission – Development & Cooperation – EuropeAid e sviluppato in collaborazione con il partner locale Brainforest e la Piattaforma Or Vert che raggruppa 19 associazioni agricole formate prevalentemente da donne. In quasi quattro anni di attività abbiamo potenziato la capacità di produzione agricola della associazioni attive nella zona rurale di Ntoum e Kango. Inoltre, abbiamo supportato le associazioni fornendo sementi ed equipaggiamenti agricoli, realizzando formazioni e sessioni di assistenza tecnica, sviluppando partenariati con l’Istituto Gabonese di Appoggio allo Sviluppo (IGAD) e accompagnandole nella commercializzazione e promozione dei loro prodotti.
Oltre al supporto diretto agli agricoltori il progetto ha contribuito in modo significativo alla diffusione di buone pratiche per una coltivazione sostenibile e al consumo di alimenti freschi, sani e coltivati localmente.

Tra i tanti materiali di informazione e sensibilizzazione prodotti nel quadro del progetto, sono stati realizzati 3 video sulle pratiche sostenibili di coltura orticola.
In questo filmato vi presentiamo i consigli dei nostri agronomi per realizzare una lotta biologica efficace ma rispettosa dell’ambiente. Alcuni animali e piante infestanti possono infatti nuocere alle coltivazioni, ma per contrastarli e assicurare una buona produttività del raccolto nel lungo periodo è importante adottare alcuni accorgimenti: scegliere sistemi di prevenzione che non contengano sostanze dannose per l’ambiente e per il consumatore; reintegrare le erbe in eccesso nel terreno utilizzandole come compost; non combattere inutilmente la presenza di quegli animali che non danneggiano il raccolto.
Seguendo questi semplici consigli di “lotta biologica” è possibile ridurre l’utilizzo di prodotti fitosanitari che danneggiano la salute del consumatore e inquinano le falde acquifere ed ottenere raccolti con prodotti sani e puliti!