: News

Progetto TRI Sao Tome e Principe

The Restoration Initiative – Progetto “Restaurazione del Paesaggio per la funzionalitá degli ecosistemi e mitigazione dei combiamenti climatici nella Repubblica Democratica di São Tomé e Príncipe”(TRI/STP) del Governo di STP, che conta con i contributi della FAO, GEF, ONU-Environnement, IUCM con la Direzione Foreste e Biodiversitá e il coinvolgimento di Alisei ONG partner implementatore del Centro de Informazione, dall’ottobre 2021 a marzo 2022 é stato presente in EXPO DUBAI 2020 – Connecting Minds. Creating the Future”.
L’Expo Dubai 2020 negli Emirati Arabi Uniti é uno dei piú importanti eventi mondiali, la prima edizione dell’Esposizione universale realizzata nel Medio Oriente, con la presenza di milioni di visitatori. Inizialmente prevista per il 2020, a seguito della Pandemia di COVID-19, é stata riprogrammata da ottobre 2021 fino a marzo 2022.

IMG_1038 IMG_1029 IMG_0991

 

Presenti com un proprio padiglione espositivo ben 238 paesi, oltre ,tra gli altri, i padiglioni ONU,LAS, EU, AU, ASEAN.

Nel sito di Expo Dubai 2020, milioni di visitatori e rappresentanti dei vari paesi si sono incontrati, hanno dialogato, avviato collaborazioni e partenariati, assistito alle innumerevoli iniziative e spettacoli in un clima di cooperazione e amicizia e curiositá; sorridendosi e condividendo culture, tradizioni, buone patiche . Uno spazio e un tempo reale di pace e convivenza tra i popoli, dove ognuno ha presentato il meglio di se e delle sue innovazioni, creativitá, esperienze, opportunitá sostenibili favorendo l’apertura di confronti e riflessioni inerenti il tema generale di EXPO.
Il TRI/STP- Centro di Informazione, partner come Alisei Ong-Onlus della Commissione Nazionale EXPO di STP, ha partecipato alla ideazione della programmazione e all’implementazione di alcuni eventi in Dubai e in STP legati al tema che ha caratterizzato la presenza di STP nell’Esposizione universale: “Ecological Harmony between Nature and Society”.
In questo quadro, il TRI/STP ha beneficiato di proprio spazio espositivo all’interno del padiglione di STP, com un roll up informativo a lato di um televisore che trasmetteva costantemente ogni giorno le immagini dei suoi paesaggi, delle comunitá, delle foreste, della sua costa, della biodiversitá, della ricca e peculiare storia, cultura e folcrore dell’arcipelago e con opuscoli
Nel padiglione di STP – visitato da piú di 50.000 persone – si sono svolti numerosi incontri e iniziative pubbliche, occasioni nelle quali si sono illustrati e diffusi i risultati delle azioni di restaurazione forestale e paesaggistica(RFP)del TRI/STP.
A lato di esemplari di arte plastica, di artigianato e dei pannelli fotografici sull’endemismo di fauna e flora presenti nel paese ( uccelli, molluschi terrestri, alberi, fiori) sono stai esposti prodotti locali forestali non legnosi trasformati, di qualitá e certificati ( farine: di frutta pane, banane, taro, patata dolce, manioca; frutti desidratati: papaia, jaca, banana, cocco, cacao; oli essenziali di: pracaxi, safú, andiroba, avogado, caffé, cacao, cocco, cannella, ylang-ylang) presenti nelle foreste da ombra delle piantagioni di cacao e caffé oggetto delle azioni di RFP del TRI/STP.
Le conferenze sulla biodiversitá, i prodotti forestali non legnosi e il Buzío de Obó-Archachatina bicarinata (specie endemica di mollusco terrestre, una delle maggiori al mondo a rischio di estinzione), organizate dalla CNEXPO e dalla Ong -Onlus Alisei attraverso l’appoggio del Governo e del Consolato Onorario della RDSPT in Milano, in considerazione del loro carattere originale, dell’attualitá e importanza dei temi sono state selezionate dall’Organizzazione EXPO per essere divulgate.
Si sono realizzate il 25 gennaio in forma presenziale e on-line e trasmesse in diretta e diffuse nei giorni seguenti dalla TV degli EAU, da EXPO TV con ampia informazione attraverso la TVS.
Le conferenze hanno consentito di raggiungere un grande pubblico nazionale e internazionale, ampliando significativamente la conoscenza delle azioni in corso del progetto TRI/STP – The Restoration Initiative.

CORDOGLIO PER L’AMBASCIATORE ATTANASIO IN R.D.C.

Alisei Ong Onlus si unisce al cordoglio per la morte dell’Ambasciatore Luca Attanasio, del Carabiniere Vittorio Iacovacci e del loro autista feriti mortalmente in un proditorio agguato in Repubblica Democratica del Congo.

CONGO: PRONTE LE SCUOLE MOBILI PER LA CAMPAGNA DI ALFABETIZZAZIONE!

La campagna di alfabetizzazione nei 5 villaggi del distretto di Tsiaki, una delle attività più importanti del nostro progetto di tutela dei diritti delle comunità autoctone, sta per iniziare.

Dopo un mese di formazione specifica, 10 insegnanti selezionati cominceranno le lezioni che consentiranno ai bambini e agli adulti di queste #comunità di imparare a leggere, a scrivere e a fare di conto, favorendo la loro #integrazione sociale ed economica. Due centri sociali saranno costruiti per ospitare le lezioni, fungendo da scuola ma anche da luoghi di aggregazione per la popolazione.

Nel frattempo le lezioni si svolgeranno nelle “scuole mobili” di ciascun villaggio che sono state appena realizzate dalle comunità stesse in modo da poter iniziare subito ad imparare!
Seguiteci per rimanere aggiornati e scoprire come sostenere il progetto:
https://bit.ly/2BdfkW

RISCHIO PANDEMIE IN AUMENTO E SVILUPPO INSOSTENIBILE

Uno studio recente del IBPES (Intergovernmental Science-Policy Platform on Biodiversity and Ecosystem Services) ha analizzato la connessione tra i rischi di pandemie e lo sfruttamento indiscriminato delle risorse naturali.

La pandemia Covid é almeno la sesta grande pandemia globale dal 1918 e non vi é dubbio che, anche se di origine animale, i fattori che hanno contribuito alla sua diffusione sono legati ad attività umane.

Le stesse azioni indiscriminate di sfruttamento incontrollato delle risorse naturali che determinano la perdita di biodiversità. contribuiscono al cambiamento climatico e al radicale aumento dei rischi di pandemie. Tra le attività più pericolose e distruttive individuate dallo studio vi sono la degradazione dei terreni connesso alla deforestazione per l’introduzione di produzioni agricole intensive su vasta scala; la distruzione di enormi superfici di foreste che proteggono patrimoni di biodiversità fondamentali per l’equilibrio naturale, determinando l’aumento di contatti con la fauna selvatica, che spesso é un vettore di nuove malattie.
Riflettendo sull’importanza di una pianificazione globale che modifichi i modelli di sviluppo attuali, lo studio evidenzia come i costi delle pandemie e dei danni provocati dalla distruzione dell’ambiente siano 100 volte superiori ai costi di prevenzione.

Tra i fattori principali per uno sviluppo equilibrato e sostenibile vengono individuati l’importanza di una pianificazione economica che tenga conto dei dati scientifici circa i rischi connessi alla distruzione dell’ambiente; rinforzare accordi globali per la protezione dell’ambiente; sviluppare una pianificazione economica orientata a prevenire i disastri naturali piuttosto che a curare; il sostegno ad un’agricoltura su piccola scala che punti alla sicurezza alimentare e alla lotta alle cause della malnutrizione; la valorizzazione del patrimonio di conoscenze di molti popoli indigeni che é fondamentale per uno sviluppo in armonia con la natura.
Alisei é da sempre impegnata in progetti di sicurezza alimentare e protezione ambientale a sostegno dello sviluppo di comunità vulnerabili e della protezione della biodiversità. Per saperne di più: https://bit.ly/2KMgqO1

LA GIORNATA DEI DIRITTI UMANI NEL VILLAGGIO DI KIMBIMI

Il 10 dicembre è la Giornata mondiale dei diritti umani. Si celebra ogni anno in tutto il mondo, ma per i pigmei della Bouenza questa è stata la prima volta.

Nel quadro del progetto che stiamo realizzando insieme al partner AMACO e grazie al cofinanziamento della Commissione Europea, abbiamo organizzato una grande festa nel villaggio di Kimbini! Le comunità autoctone “pigmee” e quelle “bantu” (percorrendo molta strada a piedi per arrivare), i loro capi villaggio e le autorità locali si sono ritrovate per celebrare insieme questa giornata, assistendo a rappresentazioni teatrali e danze tradizionali.

La partecipazione congiunta di entrambe le etnie è già di per sé un grande successo dato che uno degli obiettivi del progetto é proprio quello di promuovere la convivenza pacifica tra le varie etnie e l’inclusione sociale delle comunità più vulnerabili e a rischio di discriminazione.

Aiutaci a sostenere un progetto con una donazione. Scopri come donare a questo link, GRAZIE.

AUGURI DI BUONE FESTE DA ALISEI ONG ONLUS!

Lavoriamo da 34 anni per la tutela dei diritti umani, per la difesa dell’ambiente, per la sicurezza alimentare con la partecipazione attiva dei nostri partner e delle comunità locali per promuovere lo sviluppo sostenibile e l’indipendenza dal bisogno e dall’aiuto esterno.
Questo Natale fai un regalo solidale, sostieni i progetti di ALISEI ONG Onlus del mondo. La tua donazione è importante, scopri come puoi contribuire su: link