: Category One

25 APRILE_FESTA DELLA LIBERAZIONE DAL NAZIFASCISMO

“La Costituzione è un buon documento; ma spetta ancora a noi fare in modo che certi articoli non rimangano lettera morta, inchiostro sulla carta. In questo senso la Resistenza continua”. (Sandro Pertini)

What COVID-19 has taught us about our planet, and ourselves

Guarda al seguente link cosa il Covid-19 ci ha insegnato e rifletti sulle cause che lo hanno provocato:

https://youtu.be/hvBsgfn_cvY

LE FARINE DI FLUTA NON ALLA FIERA INTERNAZIONALE BIOFACH

Fluta Non e le farine prodotte con i meravigliosi frutti tropicali di Sao Tomè e Principe partecipano a Biofach 2021, la principale fiera mondiale dedicata agli alimenti biologici. Le farine di Fluta Non, realizzate con i frutti della fertile terra saotomense (frutta pane, banana, zucca, mango, jaca), sono state selezionate tra gli 11 prodotti che in questa edizione hanno rappresentato il continente africano all’interno delll’African Organic Pavillon.
Fluta Non è il progetto nato dalla collaborazione di Alisei con la Diocesi di Sao Tomè per la trasformazione dei prodotti agricoli locali in frutta secca e farine ad alto valore nutrizionale, in continuità con le azioni che Alisei realizza da anni per lo sviluppo e valorizzazione delle filiere agricole del Paese a sostegno della sicurezza alimentare delle persone più vulnerabili e delle capacità produttive dei piccoli agricoltori.

CORDOGLIO PER L’AMBASCIATORE ATTANASIO IN R.D.C.

Alisei Ong Onlus si unisce al cordoglio per la morte dell’Ambasciatore Luca Attanasio, del Carabiniere Vittorio Iacovacci e del loro autista feriti mortalmente in un proditorio agguato in Repubblica Democratica del Congo.

CONGO: PRONTE LE SCUOLE MOBILI PER LA CAMPAGNA DI ALFABETIZZAZIONE!

La campagna di alfabetizzazione nei 5 villaggi del distretto di Tsiaki, una delle attività più importanti del nostro progetto di tutela dei diritti delle comunità autoctone, sta per iniziare.

Dopo un mese di formazione specifica, 10 insegnanti selezionati cominceranno le lezioni che consentiranno ai bambini e agli adulti di queste #comunità di imparare a leggere, a scrivere e a fare di conto, favorendo la loro #integrazione sociale ed economica. Due centri sociali saranno costruiti per ospitare le lezioni, fungendo da scuola ma anche da luoghi di aggregazione per la popolazione.

Nel frattempo le lezioni si svolgeranno nelle “scuole mobili” di ciascun villaggio che sono state appena realizzate dalle comunità stesse in modo da poter iniziare subito ad imparare!
Seguiteci per rimanere aggiornati e scoprire come sostenere il progetto:
https://bit.ly/2BdfkW

RISCHIO PANDEMIE IN AUMENTO E SVILUPPO INSOSTENIBILE

Uno studio recente del IBPES (Intergovernmental Science-Policy Platform on Biodiversity and Ecosystem Services) ha analizzato la connessione tra i rischi di pandemie e lo sfruttamento indiscriminato delle risorse naturali.

La pandemia Covid é almeno la sesta grande pandemia globale dal 1918 e non vi é dubbio che, anche se di origine animale, i fattori che hanno contribuito alla sua diffusione sono legati ad attività umane.

Le stesse azioni indiscriminate di sfruttamento incontrollato delle risorse naturali che determinano la perdita di biodiversità. contribuiscono al cambiamento climatico e al radicale aumento dei rischi di pandemie. Tra le attività più pericolose e distruttive individuate dallo studio vi sono la degradazione dei terreni connesso alla deforestazione per l’introduzione di produzioni agricole intensive su vasta scala; la distruzione di enormi superfici di foreste che proteggono patrimoni di biodiversità fondamentali per l’equilibrio naturale, determinando l’aumento di contatti con la fauna selvatica, che spesso é un vettore di nuove malattie.
Riflettendo sull’importanza di una pianificazione globale che modifichi i modelli di sviluppo attuali, lo studio evidenzia come i costi delle pandemie e dei danni provocati dalla distruzione dell’ambiente siano 100 volte superiori ai costi di prevenzione.

Tra i fattori principali per uno sviluppo equilibrato e sostenibile vengono individuati l’importanza di una pianificazione economica che tenga conto dei dati scientifici circa i rischi connessi alla distruzione dell’ambiente; rinforzare accordi globali per la protezione dell’ambiente; sviluppare una pianificazione economica orientata a prevenire i disastri naturali piuttosto che a curare; il sostegno ad un’agricoltura su piccola scala che punti alla sicurezza alimentare e alla lotta alle cause della malnutrizione; la valorizzazione del patrimonio di conoscenze di molti popoli indigeni che é fondamentale per uno sviluppo in armonia con la natura.
Alisei é da sempre impegnata in progetti di sicurezza alimentare e protezione ambientale a sostegno dello sviluppo di comunità vulnerabili e della protezione della biodiversità. Per saperne di più: https://bit.ly/2KMgqO1