Tag Archives: WorldWildlifeDay

World Wildlife Day 2019

Negli oceani sono state identificate oltre 200.000 specie marine e vi sono i più grandi ecosistemi della Terra, che includono magnifiche creature e i più grandi mammiferi, come la balenottera azzurra.
La fauna marina ha sostenuto la civilizzazione umana e lo sviluppo per millenni, fornendo cibo e nutrimento e arricchendo le nostre vite dal punto di vista culturale, spirituale e ricreativo.
Oggi questa meravigliosa #biodiversità è minacciata dalla pesca intensiva, dal cambiamento climatico, dall’inquinamento e da modelli di sviluppo del tutto insostenibili.
Il worldwildlifeday di quest’anno sarà centrato sull’importanza di proteggere la biodiversità marina!

03/03/2017 “WORLD WILDLIFE DAY”: LISTENING TO THE YOUNG VOICES

03/03/2017 “WORLD WILDLIFE DAY”: LISTENING TO THE YOUNG VOICES

“Le nuove generazioni sono gli attori del cambiamento. Stiamo già assistendo agli effetti positivi sui temi della conservazione ambientale dell’azione di alcuni giovani leaders”.

Il 3 Marzo è il giorno dedicato dall’ONU (United Nations – CITES) alla conservazione degli animali e delle piante selvatiche, che negli ultimi 40 anni hanno sofferto una drammatica riduzione di circa il 50%.
L’obiettivo di quest’anno è incoraggiare i giovani, che rappresentano un quarto della popolazione mondiale, ad agire per tutelare la flora e la fauna selvatica esposte a gravi rischi di estinzione a causa del bracconaggio, che é diventato una delle principali fonti internazionali di profitti illegali.

Alisei Ong-Onlus, nell’ambito dei propri progetti di cooperazione allo sviluppo, opera per sensibilizzare e coinvolgere attivamente le comunità locali nella conservazione e nell’utilizzo sostenibile delle risorse naturali.
Il progetto “Farm Forestry and natural resources conservation” realizzato in Kenya a protezione di una delle foreste più importanti dell’Africa Orientale nell’area di Arabuko–Sokoke–Goshi è stato premiato dalla FAO e dal Ministero dell’Agricoltura del Kenya. Alisei è intervenuta in Gabon per sviluppare l’ecoturismo nel Parco di Ivindo e contribuire alla preservazione della foresta primaria e nell’ambito del progetto di sicurezza alimentare On Mange Local, promuove insieme a Brainforest buone pratiche agroforestali compatibili con la tutela degli elefanti. A São Tomé e Principe lavoriamo per promuovere l’ecoturismo e la protezione delle mangrovie e dei cetacei e delle tartarughe nel Parco Nazionale di Obò – sito di Praja Jalé, uno dei principali luoghi per la riproduzione della tartaruga Verde, della Couro, o Gigante, e della Pente, tutte e tre specie minacciate. In Ciad stiamo lavorando per la gestione sostenibile e la conservazione delle risorse nell’area di uno dei più importanti parchi dell’Africa Centrale.