Tag Archives: Tchad

Prog. Zakouma: pronto il pozzo di Al-Fasallah!

Nell’ambito del progetto contro il cambio climatico e a tutela del Parco Nazionale di Zakouma (Ciad), il cui ecosistema, “sudano-saheliano”, é patrimonio dell’umanità per la sua straordinaria biodiversità,
il pozzo profondo che abbiamo realizzato ad Al-fasallah nella Regione subsaheliana del Salamat è attivo.

L’accesso all’acqua potabile risponde ad una primaria necessità, ancora più vitale in un’area colpita dalla siccità e dall’intensificarsi di fenomeni meteorologici estremi.
Manca poco per completare il progetto, per maggiori informazioni vai alla campagna: https://bit.ly/3c7eQ0W

Prog. Zakouma: abbiamo completato il bacino di Al-Fasallah!

Nell’ambito del progetto contro il cambio climatico e a tutela del Parco Nazionale di Zakouma (Ciad), il cui ecosistema, “sudano-saheliano”, é patrimonio dell’umanità per la sua straordinaria biodiversità, abbiamo completato il bacino di abbeveramento (“mare”) e il pozzo profondo di Al-fasallah!

Le comunità locali e gli allevatori nomadi possono ora trovare una risorsa primaria, l’acqua, in un’area caratterizzata da gravi problemi connessi alla siccità e all’intensificarsi di fenomeni meteorologici estremi.

La mare infatti é un’importante fonte di acqua per le mandrie e il pozzo profondo alimentato a pannelli solari é  una fonte di acqua potabile vitale per tutta la popolazione locale.

Aiutaci a sostenere il progetto con una donazione, il tuo aiuto é importante: link

CIAD_LA POSA DEI CIPPI LUNGO IL CORRIDOIO DI TRANSUMANZA

In Ciad proteggiamo la biodiversità del Parco Nazionale di Zakouma, uno dei più importanti in Africa con i suoi circa 3.000 km quadrati. Zakouma e il suo prezioso ecosistema sudano-saheliano ospitano animali rarissimi e a rischio di estinzione.
Per tutelarli stiamo lavorando nella piana del Gara, a sud ovest del Parco, zona di intensa pastorizia che ogni anno e’ attraversata da decine di migliaia di capi di bestiame e da famiglie di pastori nomadi che nell’allevamento trovano la loro unica fonte di sussistenza.

Per la conservazione del Parco abbiamo cominciato la posa di 600 cippi per delimitare un corridoio di transumanza lungo oltre 300 km all’esterno del Parco, evitando così lo sconfinamento delle mandrie nelle aree protette.

AIUTACI A SALVARE IL PARCO DI ZAKOUMA!

Il Parco di Zakouma, in Ciad, tutela un patrimonio naturalistico di valore inestimabile, ospitando un ecosistema unico al mondo. Il parco protegge molte specie animali a rischio di estinzione, quali le rarissime giraffe del Kordofan, le antilopi Lelwel, gli ultimi esemplari di elefante sahariano e gli unici rinoceronti neri presenti al di fuori dell’Africa Australe.

La conservazione del parco di Zakouma è di fondamentale importanza per la sopravvivenza di questi animali e per la conservazione dell’unico polmone verde nel sud-est del Ciad, una zona fortemente colpita dagli effetti dei cambiamenti climatici. Il progetto di Alisei permette di proteggere l’integrità del Parco e di migliorare le condizioni di vita delle comunità agropastorali che vivono nelle zone limitrofe, garantendo loro l’accesso all’acqua e il sostegno alle attività agricole.

Aiutaci a preservare questo luogo meraviglioso!

Contribuendo al progetto, parteciperai alla realizzazione di un corridoio di transumanza lungo oltre 300 km all’esterno del Parco, evitando così lo sconfinamento delle mandrie nelle aree tutelate dal Parco. Inoltre, ci aiuterai a costruire infrastrutture agro-pastorali indispensabili – 4 bacini idrici di abbeveramento, 4 pozzi, 3 farmacie veterinarie e 3 parchi di vaccinazione per gli animali – che permetteranno alle comunità locali di condurre le proprie attività nel rispetto dell’ambiente, prevenendo così lo sfruttamento indiscriminato delle risorse naturali e preservando l’integrità del prezioso ecosistema del Parco Zakouma.

Grazie per il tuo sostegno!

Per accedere alla campagna di crowdfunding: link

Per maggiori informazioni : link2

AIUTACI A SALVARE IL PARCO DI ZAKOUMA!

Il Parco Nazionale di Zakouma é uno dei parchi più importanti dell’ Africa Sub-Saheliana. Protegge gli ultimi elefanti sahariani, le rarissime giraffe Kordofan, i rinoceronti neri, le antilopi lelwel e una incredibile #biodiversità.
Stiamo lavorando da tre anni per proteggere il Parco e il suo ecosistema – “sudano-saheliano”, unico al mondo, minacciato dagli effetti del cambio climatico e dallo sfruttamento delle sue incredibili risorse naturali. Per riuscirci, abbiamo coinvolto le comunità locali in una sfida difficile che consiste nel sostenere sia gli allevatori nomadi sia gli agricoltori delle zone periferiche, garantendo l’accesso a beni vitali – acqua, cibo, salute – al di fuori del Parco.
In particolare stiamo realizzando tre pozzi, tre bacini di abbeveraggio, tre parchi di vaccinazione, tre farmacie veterinarie e un grande corridoio (di 300 km!) in cui indirizzare la transumanza del bestiame, decine di migliaia di capi, che ogni anno passano vicino al Parco.

Aiutaci a preservare questo prezioso ecosistema e a scongiurare la perdita irreversibile di un patrimonio di inestimabile valore.
Sostieni il progetto con una donazione seguendo questo link.

Giornata mondiale della biodiversità 2019

Ogni giorno per noi è la giornata mondiale della biodiversità! Siamo impegnati per la protezione della flora e della fauna del Parco Nazionale di Zakouma (elefanti, rinoceronti, antilopi etc…) in Ciad e di quella del Parco di  Obo a Sao Tomė and Principe (lumache, uccelli, tartarughe..)