Tag Archives: Popoli indigeni

CONGO – IL NOSTRO IMPEGNO PER I DIRITTI UMANI DEI PIGMEI

Ecco alcune immagini della missione che abbiamo condotto nel Dipartimento della Bouenza per la tutela dei diritti umani dei pigmei, che sono vittime di discriminazione, violazione dei diritti territoriali, isolamento, esclusione sociale, analfabetismo e povertà.
In partenariato con alcune associazioni locali, Alisei sta promuovendo un intervento per favorire l’accesso all’educazione sia per i bambini che per gli adulti, la valorizzazione della loro preziosa cultura, l’emancipazione e l’appropriazione di consapevolezza dei propri diritti.
I Pigmei sono uno dei più antichi popoli abitatori delle foreste equatoriali e tropicali africane. L’Assemblea Generale dell’ONU con la dichiarazione del 13 settembre 2007 ha affermato l’importanza della tutela della diversità culturale dei popoli indigeni perché rappresenta una parte rilevante del “patrimonio comune dell’umanità”.
Fonti storiche antichissime, risalenti addirittura ai monumenti egizi del secondo millennio a.C., già menzionano i Pigmei come “Danzatori degli Dei” riconoscendo la loro grande abilità nella danza, famosa anche oggi. Un’abilità che è parte di quel patrimonio di cultura e tradizioni la cui integrità abbiamo il dovere di preservare.

9/8 Giornata internazionale per i diritti dei popoli indigeni

Il 9 agosto 1982 è il giorno in cui si riunì per la prima volta il gruppo di lavoro delle Nazioni Unite per la promozione e per la protezione dei diritti dei popoli indigeni.
Nel 2007 l’Assemblea dell’ONU ha adottato la Dichiarazione sui diritti dei popoli indigeni che ha solennemente riconosciuto la loro eguaglianza rispetto agli altri popoli e il diritto al rispetto e alla tutela della “diversità” della loro cultura, dopo secoli di ingiustizie sofferte per effetto della colonizzazione, dell’espropriazione delle terre e dello sfruttamento.
Oggi l’Agenda per lo Sviluppo Sostenibile 2030 e l’Accordo di Parigi sul clima attribuiscono un importante specifico ruolo ai popoli indigeni nel contribuire allo sviluppo sostenibile della Terra.
I popoli indigeni sono infatti custodi di una ricca diversità culturale che tramanda un retaggio di conoscenze uniche per la protezione della natura e della biodiversità, fondate su un approccio olistico che pone l’uomo in armoniosa interdipendenza con il proprio ambiente.
Quest’anno l’accento della campagna internazionale di sensibilizzazione sui diritti e sulla diversità culturale dei popoli indigeni, che nel mondo sono 370 milioni di persone, è rivolto al diritto all’accesso ad un’educazione di qualità che promuova la tutela della propria lingua e delle proprie tradizioni.
Da una parte gli Stati sono chiamati ad evitare qualsiasi discriminazione nell’accesso all’educazione, legata a differenze linguistiche e culturali, dall’altra a garantire il diritto per le comunità indigene di organizzare autonomamente un sistema educativo che preservi e valorizzi le proprie tradizioni e la propria cultura.
L’ UNESCO riconosce che il patrimonio di conoscenze dei popoli indigeni contiene molte risposte capaci di affrontare gli effetti del cambio climatico e promuove  la sua inclusione in una cooperazione scientifica internazionale finalizzata alla tutela della biodiversità e allo sviluppo sostenibile del nostro pianeta. Alisei Ong da sempre nei propri progetti (in Kenya, Ecuador, Guatemala, Gabon, Bolivia, Sao Tomé e Principe) valorizza, come principio ispiratore, le culture e le risorse locali, in particolare quelle indigene, rispettose dell’ambiente e che propongono modelli di sviluppo sostenibile, sviluppando ad es. un’agricoltura di piccola scala basata su pratiche compatibili con la conservazione della foresta.
Per saperne di più: LINK