Tag Archives: Humanrights

A SOSTEGNO DELLE SCUOLE DI LEMBA

Il Distretto di Lemba è uno dei più vulnerabili di São Tomé e Principe, con un tasso di scolarizzazione dell’84,6%, inferiore al tasso nazionale (87,5%), e una percentuale di abbandono scolastico pari al circa il 50%.
In collaborazione con il Ministero dell’Istruzione siamo impegnati nell’appoggio alle scuole delle comunità più povere e isolate del Distretto, che necessitano di interventi strutturali e igienico-sanitari.
Nel villaggio di Diogo Vaz abbiamo riabilitato il tetto della scuola, le pareti divisorie delle aule e ridipinto l’intero edificio. Inoltre, abbiamo ristrutturato i vecchi bagni costruendo quattro nuovi servizi igienici e una fossa settica.
Infatti, durante la stagione umida, la carenza di moderni sistemi di fognature favorisce il riprodursi di zanzare e altri vettori di malattie.
Nella comunità di Ponta Figo abbiamo costruito un nuovo sistema di approvvigionamento idrico e nuove fosse settiche per l’asilo e una recinzione che garantisce la sicurezza dei bambini durante la ricreazione e i giochi all’aperto.
Queste attività sono molto importanti perché garantiscono standard igienici adeguati nelle scuole, facilitano la frequenza degli alunni e il completamento del loro percorso scolastico.

AGRICOLTURA E CAMBIO CLIMATICO: L’URGENZA DI UN CAMBIO DI ROTTA

La produzione agroalimentare su larga scala contribuisce in modo determinante al surriscaldamento globale, contribuendo al 26% del totale delle #emissioni di gas serra con la produzione di alimenti e al 5% con le coltivazioni a fini non alimentari. Inoltre, sfrutta intensivamente le risorse naturali del #pianeta, usando il 70% dell’acqua dolce disponibile e il 43% dei suoli non coperti da ghiacciai o deserto (fonte: Science).
Tra le filiere agroalimentari, le più insostenibili sono quelle di produzione della carne. In particolare, gli allevamenti e la produzione di carne e latticini sono la causa ogni anno del 14,5% delle emissioni mondiali di gas serra (fonte: FAO).
Ad aggravare questi squilibri pesa la pressione di una crescita demografica incontrollata, che rappresenta una delle cause principali della crescente domanda di cibo. Si prevede infatti un aumento della popolazione mondiale da 7,6 miliardi nel 2017 a 9,8 miliardi nel 2050, fino a 11 miliardi nel 2100 (fonte: Lancet) !
Gli stessi nostri modelli di consumo, che nel Nord del mondo originano diete alimentari squilibrate e ipercaloriche (ricche di calorie, zuccheri aggiunti, grassi saturi, cibi processati e carni rosse), contribuiscono al mantenimento dei sistemi produttivi insostenibili e incidono negativamente sulla salute (2,1 miliardi di adulti sono obesi o sovrappeso).
L’Accordo di Parigi del 2015 ha definito un piano d’azione globale inteso a scongiurare gli effetti di cambiamenti climatici disastrosi per l’ ecosistema, ponendo come obiettivo quello di contenere l’aumento della temperatura globale ben al di sotto dei 2°C, e in particolare entro il limite di 1,5°C.
Per raggiungere questo vitale obiettivo, in agricoltura sarà indispensabile introdurre tecnologie e sistemi di produzione a “emissioni negative” per ridurre drasticamente le emissioni di CO2 già entro il 2050 e garantire la #rigenerazione dei suoli (IPCC – fifth assessment report). Anche la riduzione del tasso di crescita della popolazione sarà una componente essenziale per ridurre l’impatto della produzione agricola sull’ambiente.

Campagna per il diritto a una nutrizione sana a Sao Tomé e Principe

In collaborazione con l’Istituto di Genere e con il PNASE, il Programa Nacional de Alimentaçao e Saude Escolar, stiamo realizzando campagne di sensibilizzazione rivolte alle donne e alle mamme, che promuovono le buone pratiche alimentari per l’infanzia e per gli adulti, basate sulla valorizzazione dei prodotti dell’agricoltura locale.

Siamo andati in due asili e in un centro di salute del Distretto di Cantagalo e nelle roças di Bernardo Faro, Caldeiras e Santa Clotilde, promuovendo i principi di una nutrizione sana per la crescita dei bambini dai 6 mesi in su e preparando la degustazione di ottime pappe realizzate con le innovative farine dei frutti di Sao Tomé e Principe (frutapao, matabala, banana), sane, nutrienti e a chilometro zero!

IL 70-mo anniversario della dichiarazione dei Diritti dell’Uomo

Adottata 70 anni fa dall’Assemblea Generale delle Nazioni Unite, la Dichiarazione universale dei diritti umani stabilisce, per la prima volta, i diritti umani fondamentali e inalienabili che spettano ad ogni persona senza discriminazione di genere, razza o credo.
In questo documento fondamentale per l’emancipazione dei popoli viene anche riconosciuto l’impegno da parte degli Stati non solo alla protezione dei diritti ma anche alla loro diffusione e promozione.
Per la sua importanza, la Dichiarazione è stata tradotta in più di 500 lingue! https://bit.ly/1kYiZcO

Orange the world, end violence against women

La violenza contro le donne costituisce una delle più diffuse, devastanti e persistenti violazioni dei diritti umani nel mondo. Abusi sessuali, violenza domestica, mutilazioni genitali, riduzione in schiavitù, spose bambine: leggi gli scioccanti dati dello studio dell’ONU e manifesta la tua solidarietà con “orangetheworld 2018”, “EWAW”.

Giornata mondiale dei diritti dell’infanzia

La Giornata mondiale dei diritti dei bambini si celebra nel giorno in cui, nel 1989, l’Assemblea generale delle Nazioni Unite ha adottato la Convenzione ONU sui diritti dell’infanzia e dell’adolescenza il primo trattato che riconosce i minori come titolari di diritti propri.
Per la tutela dei bambini e dei loro diritti Alisei dal 1986 ha realizzato centinaia di progetti in tutto il mondo, collaborando con le famiglie, con le comunità e con le Autorità locali, le principali organizzazioni internazionali (UNICEF, PAM, UNHCR, ILO), contribuendo a migliorare le loro opportunità di ricevere un’istruzione, vivere in un ambiente sano, avere un’alimentazione sufficiente e nutriente, ricevere cure mediche adeguate, vivere in modo sereno la propria infanzia lontano da condizioni di guerra e conflitti, tratta e sfruttamento di minori. Il nostro impegno nel progetto “Le droit d’être enfant” ha contribuito all’elaborazione della Dichiarazione di Libreville del 2003, con la quale 7 Paesi dell’#Africa centro-occidentale si sono impegnati per armonizzare le proprie legislazioni nazionali a tutela dei diritti dell’infanzia.
Per conoscere e sostenere l’impegno di Alisei a tutela dei diritti dei bambini, visita il link.