Tag Archives: Guera

Trasformazione dei cereali e emancipazione delle donne

Nel quadro del progetto di sicurezza alimentare cofinanziato da EuropeAid e dalla Cooperazione Svizzera, per ciascuno dei 15 granai comunitari realizzati abbiamo donato alle donne delle associazioni agricole decorticatrici e carriole portatutto.
Questi semplici ma importanti equipaggiamenti erano stati richiesti direttamente dai beneficiari: le decorticatrici sono utilizzate per la macinazione e la trasformazione delle arachidi in pasta di arachide, mentre i carretti consentono agli #agricoltori di trasportare le arachidi dai campi ai granai, dove vengono stoccate. Abbiamo supportato gli agricoltori nella creazione di Comitati di Gestione (COGES) per garantire la corretta manutenzione e gestione delle attrezzature ricevute.
Tutto ciò consentirà la rivitalizzazione del mercato dei cereali, l’indipendenza economica delle #donne e maggiori opportunità di reddito per le comunità locali.
Oggi visitiamo il villaggio di Toumka, dove le donne a cui abbiamo donato il #granaio per la conservazione dei cereali e gli equipaggiamenti per la loro trasformazione ci mostrano l’utilizzo delle decorticatrici per sgusciare le arachidi, un alimento alla base dell’#alimentazione locale e molto richiesto nei mercati della zona.

Ciad_sicurezza alimentare: i granai comunitari

Nel quadro del nostro progetto nella Regione del Guera, abbiamo riabilitato 15 granai comunitari nelle località di Dolawa, Hillekorto, Metsenden e Maligue per assicurare la disponibilità di cereali per tutto l’anno. Per gestirli sono stati formati dei comitati di gestione locali che li prenderanno in carico.
I granai serviranno non solo per stoccare le derrate ma anche e come centro di commercializzazione per il rilancio dell’economia delle comunità locali.

Tchad_Regione del Guera_Sicurezza alimentare

Nella prefettura di Bang Bang, i componenti delle associazioni agricole appoggiate dal progetto ”Renforcement de la sécurité alimentaire dans les zones de grande vulnérabilité au Tchad” (cofinanziato da European Commission – Development & Cooperation – EuropeAid) sono impegnati a coltivare il gombo nel quadro della terza campagna agricola del progetto. I frutti del gombo vengono utilizzati nella cucina ciadiana sia come verdura che come contorno, mentre i gambi sono lavorati per produrre la fibra di gombo.
Scopri a questo link come sostenere progetto: http://www.alisei.org/?dict_causes=tchad-sicurezza-alimentare

TCHAD_ Guera – food security e partecipazione delle donne

Sono passati 17 mesi dall’adozione da parte delle United Nations (Nazioni Unite) dell’Agenda per lo Sviluppo Sostenibile con i suoi 17 obiettivi.
L’Obiettivo n. 2 è “Eliminare la fame, garantire la sicurezza alimentare e promuovere un’agricoltura sostenibile”.
Le donne hanno un ruolo cruciale per lo sviluppo dell’agricoltura e della sicurezza alimentare. La loro forza lavoro rappresenta il 43% nel settore e tuttavia restano esposte a maggiori rischi di povertà. In quasi tutti i paesi le donne “capofamiglia” hanno infatti minore accesso a risorse fondamentali come terra, acqua e credito e minori opportunità di istruzione.
In Ciad Alisei Ong é impegnata per la sicurezza alimentare nella regione del Guera, sostenendo la partecipazione di migliaia di famiglie di piccoli agricoltori che spesso sono guidate da donne. La partecipazione delle donne alle attività agricole contribuisce al benessere delle famiglie e della comunità ed è alla base di uno sviluppo sociale ed economico duraturo.
Per saperne di più sul progetto di Alisei in Ciad visita: link, link2.

Campagna agricola nel Guera (Ciad)

Lo scorso settembre abbiamo iniziato  la campagna agricola nei siti di Danguilol, Hillekorto e Djerkatche nel quadro del progetto ”Renforcement de la sécurité alimentaire dans les zones de grande vulnérabilité au Tchad”. Stiamo mettendo a coltura 60 ettari, provvedendo alla donazione e alla distribuzione delle sementi e delle attrezzature alle famiglie dei piccoli agricoltori – spesso guidate da donne – e organizzando le associazioni agricole e i Comitati di gestione degli appezzamenti che prendono in carico la gestione delle attività.

Se queste attività possono essere svolte è grazie al completamento delle infrastrutture per l’accesso all’acqua (pozzi, microdighe, sistemi di irrigazione, etc.) che abbiamo realizzato nel corso dei primi tre anni del progetto insieme ai beneficiari.

Seminare nel Subsahel ciadiano è particolarmente importante per dare una speranza alle popolazioni locali, che lottano quotidianamente contro l’insicurezza alimentare e si confrontano con condizioni climatiche che mettono costantemente a rischio la produzione agricola.

Scopri come sostenere questo progetto al seguente link .

 

 

Alisei for Ciad – il sito del progetto é online!

Abbiamo varato il sito internet del progetto “Assurer la disponibilité alimentaire de qualité aux populations vulnérables à travers l’amélioration de la production maraichère et la promotion d’un petit élevage familial géré par les femmes dans la Région du Guera” cofinanziato dalla Commissione Europea al seguente indirizzo  (www.aliseiforchad.org) .
Al terzo anno di implementazione delle attività nella Regione del Guera nel Subsahel ciadiano, insieme al partner Sahel Ecodev abbiamo realizzato 8 microdighe, 8 pozzi profondi e diversi pozzi di irrigazione che garantiscono la continuità dell’afflusso di acqua per l’irrigazione e per l’uso domestico. Abbiamo distribuito alle comunità di quattro Dipartimenti animali per allevamenti gestiti soprattutto da donne e costruito farmacie veterinarie per contribuire alle capacità di reddito e alla sicurezza alimentare delle popolazioni. Abbiamo avviato le prime campagne agricole in una zona molto difficile per le condizioni climatiche e del terreno e costruito le banche cerealicole per la raccolta del surplus produttivo. Abbiamo formato gli agricoltori e costituito comitati di gestione (COGES) per la presa in carico e la gestione autonoma delle infrastrutture realizzate dal progetto.
Col sito internet del progetto 
inizia il racconto di quanto é stato realizzato in questi anni e delle nuove fasi di intervento, dando innanzitutto voce all’impegno delle comunità locali protagoniste dello sviluppo sostenibile e inclusivo della propria regione.
Per sostenere il progetto con una donazione visita il seguente link