Tag Archives: Education

SAO TOME’ E PRINCIPE_le radio comunitarie per lo sviluppo territoriale

A Sao Tomè e Principe, nel quadro del progetto “Desenvolvimento Inclusivo do Distrito de Lembá”, cofinanziato dalla Commissione Europea, lavoriamo con le radio comunitarie per coinvolgere la popolazione e promuovere lo sviluppo inclusivo e partecipativo nel distretto.
Abbiamo formato i giornalisti delle radio Tlachá di Neves e Farol di Santa Catarina e realizzato con loro programmi e spot radiofonici per sensibilizzare la popolazione sulla tutela delle tartarughe marine, del Parco Naturale di Obo e della biodiversità. Stay tuned!

Giornata mondiale dei diritti dell’infanzia

La Giornata mondiale dei diritti dei bambini si celebra nel giorno in cui, nel 1989, l’Assemblea generale delle Nazioni Unite ha adottato la Convenzione ONU sui diritti dell’infanzia e dell’adolescenza il primo trattato che riconosce i minori come titolari di diritti propri.
Per la tutela dei bambini e dei loro diritti Alisei dal 1986 ha realizzato centinaia di progetti in tutto il mondo, collaborando con le famiglie, con le comunità e con le Autorità locali, le principali organizzazioni internazionali (UNICEF, PAM, UNHCR, ILO), contribuendo a migliorare le loro opportunità di ricevere un’istruzione, vivere in un ambiente sano, avere un’alimentazione sufficiente e nutriente, ricevere cure mediche adeguate, vivere in modo sereno la propria infanzia lontano da condizioni di guerra e conflitti, tratta e sfruttamento di minori. Il nostro impegno nel progetto “Le droit d’être enfant” ha contribuito all’elaborazione della Dichiarazione di Libreville del 2003, con la quale 7 Paesi dell’#Africa centro-occidentale si sono impegnati per armonizzare le proprie legislazioni nazionali a tutela dei diritti dell’infanzia.
Per conoscere e sostenere l’impegno di Alisei a tutela dei diritti dei bambini, visita il link.

La storia della lumaca gigante OBO

La lumaca gigante Obô di São Tomé è presente nella IUCN Red List, come specie vulnerabile e in rapido declino.
La IUCN Red List è un indicatore della salute della #biodiversità nel mondo, uno strumento per informare e indirizzare le azioni e le politiche di protezione delle specie a rischio. Ci sono tre principali cause per il declino della lumaca Obô, che ora si trova solo all’interno del Parco naturale di Obô. Uno tra questi è la distruzione del suo habitat naturale, dovuto alla crescente domanda di legname per edifici e piantagioni. Un altro motivo è l’utilizzo della lumaca gigante come alimento e medicinale. Infine l’introduzione nel suo habitat di specie invasive, per esempio l’Archachatina marginata. Questa specie di lumaca si è diffusa molto rapidamente, come riportato dal progetto Forest Giants, grazie alla sua capacità di adattarsi a diversi ambienti, tra cui piantagioni e aree urbane, contribuendo a ridurre il numero di lumache giganti Obô.

Rapporto sugli obiettivi di Sviluppo Sostenibile 2018

L’ONU hanno pubblicato il rapporto annuale che delinea i progressi realizzati e le sfide che ancora restano da affrontare per raggiungere i 17 Obiettivi di Sviluppo Sostenibile (Sustainable Development Goals – SGDs) stabiliti nel 2015 dall’ambiziosa Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile.

I dati più significativi che emergono da quest’ultimo report riguardano i seguenti SDGs:

N. 2_ “porre fine alla fame, realizzare la sicurezza alimentare e una migliore nutrizione e promuovere l’agricoltura sostenibile”: tra il 2015 e il 2016 le persone denutrite sono aumentate di 38 milioni (+0,4%). Oltre a denutrizione e deperimento, si acuiscono i problemi di “mal nutrizione”: l’obesità colpisce 38 milioni di bambini e 2 miliardi di persone nel mondo. Uno dei pilastri della sicurezza alimentare riguarda infatti l’utilizzo stesso degli alimenti, che non deve mai trasformarsi in abuso (FAO).

N. 4_ “assicurare un’istruzione inclusiva ed equa per tutti”: l’accesso all’istruzione continua ad essere molto impari e legato al genere. Inoltre, più della metà dei bambini e degli adolescenti del mondo non raggiunge i requisiti minimi in termini di capacità di lettura e conoscenza matematica.

N.5_ “raggiungere la parità di genere e l’empowerment di tutte le donne e le ragazze”: se da un lato alcune forme di discriminazione di genere sono diminuite, dall’altro le donne nel mondo continuano ad essere private di diritti e di opportunità. Nel 2017 una ragazza su 3, tra i 15 e i 19 anni, è stata soggetta a mutilazioni genitali nei 30 paesi del mondo dove questa pratica è ancora diffusa.

N.13_ “adottare misure urgenti per combattere il cambiamento climatico e le sue conseguenze”: il 2017 è stato uno dei 3 anni più caldi della storia e la temperatura media registrata nel periodo 2013 – 2017 è stata la più alta di sempre.
Per contribuire a contrastare il cambiamento climatico e i suoi impatti negativi, è stata ratificato l’accordo COP21 (2015), firmato da 167 paesi con l’obiettivo di limitare le emissioni a partire dal 2020. Tuttavia, questo accordo ha già generato non poche critiche, soprattutto riguardanti l’eccessiva ambiziosità e la concreta fattibilità del programma.

I dati evidenziati dal report sono ancora più preoccupanti se analizzati rispetto alle attuali previsioni di crescita demografica, che solo per l’Africa prevedono la presenza di più di un miliardo di persone in più entro il 2050. Sulla base di questo andamento, gli obiettivi di sviluppo sostenibile, ad oggi già molto problematici e di complesso raggiungimento, richiederanno interventi ancora più incisivi.

Per saperne di più leggi il rapporto completo: https://unstats.un.org/sdgs/report/2018 .

L’IMPORTANZA DELL’EDUCAZIONE

“Per la pace del nostro mondo,
per la prosperità del nostro mondo,
per il futuro del nostro mondo,
non c’é migliore investimento dell’EDUCAZIONE”

United Nations Secretary-General António Guterres.

“N’ Gue Kinte Non” – La nostra famiglia

A Sao Tomé e Principe, promuoviamo le buone pratiche sulla nutrizione per le donne in gravidanza e per i neonati nei primi 1000 giorni di vita, enfatizzando l’importanza dell’allattamento e valorizzando gli alimenti dell’agricoltura locale. Con campagne di comunicazione rivolte a mamme, papà e alle comunità, ateliers, formazioni, manifesti e incontri, viene spiegata l’importanza, per lo sviluppo del bambino, di una alimentazione equilibrata durante la gravidanza. I formatori comunitari mostrano come allattare correttamente e spiegano che il latte materno è il miglior alimento per i neonati dalla nascita fino a 6 mesi. Dopo i primi sei mesi al latte materno vanno affiancate pappe a base di alimenti genuini, variegati e di qualità.
Viene sottolineata l’importanza della prevenzione delle malattie, dell’abbigliamento del bambino, dell’igiene dell’ambiente domestico e delle cure affettive.

  • 1
  • 2