Tag Archives: Alisei Ong

CIAD_LA POSA DEI CIPPI LUNGO IL CORRIDOIO DI TRANSUMANZA

In Ciad proteggiamo la biodiversità del Parco Nazionale di Zakouma, uno dei più importanti in Africa con i suoi circa 3.000 km quadrati. Zakouma e il suo prezioso ecosistema sudano-saheliano ospitano animali rarissimi e a rischio di estinzione.
Per tutelarli stiamo lavorando nella piana del Gara, a sud ovest del Parco, zona di intensa pastorizia che ogni anno e’ attraversata da decine di migliaia di capi di bestiame e da famiglie di pastori nomadi che nell’allevamento trovano la loro unica fonte di sussistenza.

Per la conservazione del Parco abbiamo cominciato la posa di 600 cippi per delimitare un corridoio di transumanza lungo oltre 300 km all’esterno del Parco, evitando così lo sconfinamento delle mandrie nelle aree protette.

CONGO_L’ULTIMA CAMPAGNA AGRICOLA CON LE COOPERATIVE DEL NIARI

Nei villaggi di Nganda Mbinda, Moubangou e Dolisie gli agricoltori delle cooperative sostenute dal progetto sono al lavoro per la coltivazione di pomodori, peperoni, fagioli, cipolle e ananas.
Grazie alla formazione tecnica e alla consegna degli attrezzi e delle sementi, sono ora in grado di aumentare la produzione agricola dei loro villaggi, migliorare il reddito delle proprie famiglie e la sicurezza alimentare nella regione del Niari.

I pomodori del Sahel

Questo non è uno scherzo:anche in pieno Sahel gli agricoltori sostenuti dal nostro progetto di sicurezza alimentare in Ciad sono riusciti a mettere a coltura i terreni comunitari e produrre distese intere di pomodori, spinaci, lattughe e molti altri ortaggi!

SAO TOME’ E PRINCIPE_le radio comunitarie per lo sviluppo territoriale

A Sao Tomè e Principe, nel quadro del progetto “Desenvolvimento Inclusivo do Distrito de Lembá”, cofinanziato dalla Commissione Europea, lavoriamo con le radio comunitarie per coinvolgere la popolazione e promuovere lo sviluppo inclusivo e partecipativo nel distretto.
Abbiamo formato i giornalisti delle radio Tlachá di Neves e Farol di Santa Catarina e realizzato con loro programmi e spot radiofonici per sensibilizzare la popolazione sulla tutela delle tartarughe marine, del Parco Naturale di Obo e della biodiversità. Stay tuned!

WOMAN IS HUMAN_ Un concerto per dire NO alla violenza sulle donne

Mercoledì 6 Febbraio presso H-FARM, International School di Treviso, si è tenuto un concerto di sensibilizzazione sul tema della violenza contro le donne. L’evento, nato grazie all’iniziativa di Ludovica Civai, allieva della scuola, è stato dedicato al sostegno dei progetti di Alisei Ong Onlus.
Da sempre, Alisei lavora per tutelare i diritti delle donne, valorizzarne il ruolo e le capacità e promuovere la loro partecipazione attiva allo sviluppo economico e sociale delle loro comunità. Grazie mille a H-Farm e a Ludovica per il loro impegno e per aver organizzato questo bellissimo concerto!

I risultati del secondo rapporto nutrizionale del progetto GUERA

Il Guera è una delle aree saheliane in cui la malnutrizione e i bassi livelli di sicurezza alimentare sono maggiormente persistenti a causa dell’insufficiente disponibilità alimentare, della limitata produzione agricola e della mancanza di acqua. In questo contesto il nostro progetto di sicurezza alimentare ha prodotto un impatto senza precedenti per le famiglie più vulnerabili e a rischio, migliorando sensibilmente il loro accesso ad acqua e ad un’alimentazione sufficiente, in termini di numero di pasti e diversificata, in termini di valori nutrizionali.
Al fine di individuare le persone più vulnerabili e misurare l’impatto effettivo dell’azione sui loro livelli di sicurezza alimentare, abbiamo realizzato due inchieste nutrizionali che hanno visto la partecipazione di 1662 famiglie in ben 27 villaggi della regione. La prima inchiesta è stata realizzata tra novembre 2013 e gennaio 2014 e la seconda nel mese di aprile 2018.
I dati che emergono dal confronto delle due inchieste (la cui valutazione è stata realizzata in collaborazione con il Centro Nazionale di Nutrizione e di Tecnologia Alimentare del Ciad) sono sorprendenti: in appena 4 anni le famiglie che dichiarano di consumare cibo a sufficienza sono passate dal 51 al 95%, mentre quelle che dispongono di mezzi sufficienti per far fronte ai propri bisogni sono passate dal 12 al 94%; il 98% delle #famiglie consumano due o più di due pasti al giorno, mentre nel 2014 oltre il 6% mangiava appena una volta al giorno; le famiglie con un buon livello di varietà alimentare sono passate dal 41,8 al 67,77%; in termini di accesso all’acqua potabile i risultati si sono addirittura capovolti: se prima la maggior parte dell’acqua veniva attinta dai pozzi agricoli (73,75%) e in minima parte da pozzi profondi (25%) a seguito del progetto il 74% dell’acqua proviene da pozzi di acqua potabile sicura e di buona qualità.
Dei miglioramenti eccezionali per tutti gli indicatori che ci indicano che le donne del Guera sono sulla strada giusta!