Tag Archives: Aiuti Umanitari

19 Agosto ‪- ‎World Humanitarian Aid‬

Nella giornata internazionale dell’aiuto umanitario il nostro primo pensiero va alle centinaia di volontari e cooperanti che hanno dato la loro vita per portare aiuto ai più vulnerabili e ai più bisognosi.
E’ importante ricordare i quattro principi dell’aiuto umanitario che sono emersi dopo la tragedia della II guerra mondiale:
1) Umanità: bisogna garantire la possibilità di portare aiuto a tutti coloro che sono in stato di bisogno chiunque essi siano. “Umanità” é un’idea semplice e fondamentale…”dobbiamo dare una risposta alle sofferenze umane ovunque esse siano”. “Lo scopo dell’aiuto umanitario é proteggere la vita e la salute e garantire il rispetto della persona”.
2) Imparzialità: coloro che hanno bisogno di aiuto hanno il diritto di riceverlo senza distinzioni di razza, religione, genere, nazionalità, classe o opinione politica. L’aiuto umanitario non discrimina.
3) Neutralità: coloro che lavorano per l’aiuto umanitario non prendono parte. Questo protegge loro stessi e le persone che ricevono l’aiuto soprattutto nelle zone di conflitto.
4) Indipendenza: l’aiuto umanitario non è soggetto ad alcuna influenza rispetto a interessi.

Alisei Ong Onlus da 30 anni é impegnata in progetti di aiuto umanitario nelle realtà più difficili e a rischio del mondo. Un pensiero e un grazie particolare a tutti i nostri amici e collaboratori che con tanta passione tutti i giorni portano avanti grandi sfide con sacrificio e impegno!

Per saperne di più guarda i seguenti link1 (accesso ai diritti – Congo e Angola) link2 (Tsunami) link3 (Afghanistan) link4 (Pakistan)

 

Provide education to all forcibly displaced people

“Nessun bambino dovrebbe pagare le conseguenze della guerra ed essere escluso dalla scuola a causa dei conflitti”. “Intere generazioni di bambini rifugiati da Paesi come la Siria, l’Afganistan, la Palestina e il Sud Sudan hanno dovuto abbandonare le loro case e le loro scuole, ma essi non abbandonano il sogno di un futuro migliore per se stessi e per i propri Paesi, un futuro possibile solo attraverso l’istruzione” (Malala).
Leggi il documento dell’Alto Commissariato per i Rifugiati e del Global Education Monitoring Report che sollecita gli Stati a garantire il diritto allo studio a tutti i bambini sfollati, rifugiati ed in cerca di asilo che nel 2015 hanno raggiunto il livello più alto dalla fine della seconda guerra mondiale
.

CIAD SALAMAT – SOSTEGNO AI RIFUGIATI

Nella regione del Salamat abbiamo completato la terza fase del progetto di appoggio all’integrazione dei rifugiati ciadiani provenienti dalla Repubblica Centrafricana.
Per favorire il loro reinserimento e promuovere la coesione sociale tra i rifugiati e la popolazione residente, insieme all’Organizzazione Internazionale per le Migrazioni (OIM) abbiamo migliorato l’accesso all’acqua con la costruzione di pozzi agricoli, sviluppato la produzione agricola con la distribuzione di sementi e attrezzi agricoli e la realizzazione di formazioni specifiche, costituito allevamenti familiari con la fornitura di piccoli ruminanti.
Nel mese di Aprile abbiamo completato la costruzione di una farmacia veterinaria nel villaggio di Mouraye e formato un’equipe di 6 ausiliari veterinari che saranno in grado di fornire assistenza agli allevatori coprendo l’area di Amtiman. Inoltre, il progetto ha appoggiato la trasformazione e la commercializzazione dei prodotti agricoli, dotando l’area di intervento di 2 mulini e macchinari per la macinazione e la sgranatura dei cereali e di 9 hangar/ strutture per la commercializzazione.
.

World Food Day 2015

Alisei Ong a Expo Milano nel giorno del World Food Day sostiene la campagna “Protezione sociale e agricoltura – per spezzare il ciclo della povertà rurale” con i progetti di sicurezza alimentare Pipaga, On Mange Local, Guerà, Dolisìe in collaborazione con le associazioni partner Brainforest, Sahel Ecodev, Adappa, Qua Tela, Association Diocesaine de Dolisie a São Tomé e Príncipe, Gabon, Ciad e Congo

Projet Guera Alisei Ong – conclusa la prima fase

Sono in fase di conclusione alcune importanti attività del progetto “Assurer la disponibilité alimentaire de qualité aux populations vulnérables à travers l’amélioration de la production maraîchère et la promotion d’un petit élevage familial géré par les femmes dans la Région du Guera”, cofinanziato dalla Commissione Europea.

Realizzazione di 4 micro-dighe nei villaggi di Metkipeli, Meltine, Doli e Gala per garantire la disponibilità di acqua per i terreni agricoli e l’allevamento degli animali; costruzione di 3 pozzi per garantire l’accesso all’acqua potabile alle famiglie, riducendo i lunghi percorsi per l’approvvigionamento; costituzione di 4 Comitati di Gestione in ogni villaggio per favorire la partecipazione della popolazione alla manutenzione di pozzi, delle micro-dighe e delle banche dei cereali