RUGGEROUNIVERSITA In Category One,News

Biodiversità, cacao e cultura felice

Siamo a Expo. L’avventura di Sao Tomé e Principe nel cluster del Cacao è iniziata. Ci aspettano sei mesi per conoscere (e farvi conoscere) questo piccolo paese insulare, al largo della costa occidentale dell’Africa, sulla linea dell’Equatore. Alisei Ong, che con il paese lavora da oltre 20 anni (link alla pagina progetti STP), è tra i protagonisti di questo viaggio.

Perché Sao Tomè. È un microcosmo unico nel suo genere. L’isolamento del paese ne ha conservato l’eterogeneità biologica, mantenendo integri ecosistemi diversificati che coesistono su uno stesso territorio (foreste, pianure, savane e paludi). Il valore della Biodiversità dell’arcipelago è riconosciuto a livello mondiale dagli esperti del settore, che considerano la foresta tropicale delle Isole la seconda tra 75 ecosistemi forestali africani in termini di conservazione dell’avifauna e dell’ecosistema. L’isola di Principe è Patrimonio UNESCO per la biosfera.

Perché il cacao. L’attività economica principale del paese è l’agricoltura, dove il cacao,considerato il migliore al mondo per produrre il cioccolato, costituisce la principale voce di esportazione.

Cosa troverete. Sao Tomé e Principe presenta il suo popolo e le sue isole attraverso le tradizioni, la storia e la cultura che le anima, dalla musica al teatro, dalla danza alle arti plastiche, con una raccolta di immagini e suoni che permette al visitatore di entrare in contatto con le diverse e affascinanti realtà che animano le due isole. Il padiglione si suddivide in tre macro aree:

Natura (biodiversità e cacao)
Uomini (piantagioni e agricoltura)
Biosfera (l’unicum dell’Obo Natural Park).

Obiettivi. La partecipazione di Sao Tomé e Principe a Expo Milano 2015 ha come scopo principale la presentazione di un progetto pilota che dimostri come sia possibile conciliare la biodiversità e lo sfruttamento del cacao, garantendo anche una migliore qualità della vita per la popolazione. Inoltre, mostra come le nuove forme associative di produzione del miglior cacao stiano favorendo un nuovo ciclo di economia agricola nel Paese.