angola

ANGOLA

Settore sanitario

Dal 1995, Alisei ha promosso più di 20 progetti di salute in Angola in collaborazione con le autorità  locali con la finalità  di ottimizzare l’accesso, la qualità  e l’efficienza del sistema sanitario locale. Molti di questi progetti sono stati sviluppati in aree coinvolte in azioni di guerra dove la presenza di profughi era massiccia e la situazione nutrizionale particolarmente grave. Tra le aree di implementazione: Gabela, Quibala, Sumbe, Seles e nei Centri di Salute di Conda, Quilenda, Ebo, Catofe, Cariango Bango, Buli, Aliwaio, Quipito, Lonhe Huandi, Gonga, Maria Teresa Ponte Santos, Coma, Pomba Nova, Njata e Amboiva. I progetti di emergenza sono stati finanziati dalla linea finanziaria CE/ECHO, mentre quelli di cooperazione da altri finanziatori quali UNICEF, Cooperazione Francese e UE.

I principali interventi di Alisei in Angola si sono profusi nell’ambito della chirurgia di emergenza, accompagnamento alla maternità , salute infantile e vaccinazioni, programmi alimentari, interventi preventivi e assistenziali sulle principali malattie locali (malaria, tubercolosi, etc…) e fornitura delle medicine di base.

L’intervento di Alisei in Angola non è indirizzato esclusivamente alla risoluzione di situazioni di estremo disagio sanitario, ma anche alla riabilitazione professionale, tecnica ed infrastrutturale dei Centri di Salute locali. Difatti, alcuni progetti erano volti a stimolare programmi medici e paramendici di supporto alle strutture ospedaliere e chirurgiche: monitoraggio e supervisione di campagne di vaccinazione, raccolta di dati sanitari, equipaggiamento e uniformi mediche. La maggior parte delle riabilitazioni sono state indirizzate alle unità  di emergenza, pediatria, chirurgia, farmacia e ricerca.

Risulta importante evidenziare che gli ospedali di Gabela, Quibala e Seles, in seguito agli interventi di Alisei, sono diventati i principali centri sanitari di riferimento della Provincia di  Kwanza Sul.

Nel Maggio 1997 Alisei/NF ha dato inizio al primo programma sanitario di assistenza ed appoggio alle popolazioni locali dei municipi di Gabela e Quibala. In quella fase, una delle maggiori difficoltà  amministrative è stata rappresentata dal doppio sistema di autorità  politiche dell’area (A Gabela l’amministrazione governativa mentre Quilamba era controllata dall’UNITA).

Nel 1998 la ONG ha appoggiato l’Ospedale Provinciale di Sumbe (capitale della provincia di Kwanza Sul) fornendo assistenza medica, medicine, formazione dell’equipe medica, riabilitazione delle infrastrutture, acqua e risanamento ambientale

Inaugurazione del Centro del Consultorio per l’Aids Municipio di Sumbe, ” Provincia del Kwanza Sul”

Sempre nella provincia di Gabela, è stato finanziato un altro programma della Commissione Europea nel 1998. In seno a tale progetto Alisei ha predisposto la riabilitazione delle infrastrutture ospedaliere e la riorganizzazione dei servizi basici attraverso la consegna di equipaggiamento, la formazione e l’assistenza medico chirurgica dell’Ospedale Provinciale di Gabella.

Nel 1999 Alisei ha dato continuità  al lavoro nei comuni di Gabela e Quibala programmando una estensione dell’area di intervento al comune di Mussende nella parte orientale della provincia. La gravità crescente della situazione militare nell’area obbligò la ONG a ritirarsi dall’area di Quibala ed a cancellare il programma precedente, e quindi a spostare l’intervento nella più accessibile area di Seles.

In tal modo nel Maggio 1999 la ONG ha dato inizio ad un’altra operazione nel comune di Seles e Gabela di appoggio agli ospedali municipali contribuendo  alla costituzione di una rete di salute basilare in aree con presenza di profughi tra Sumbe e Seles. A causa della gravità  della situazione militare in tale area, l’intervento di Alisei ha subito delle limitazioni nella consegna del kit medico e di altri equipaggiamenti sanitari a Ebo, Quilenda e Quilamba.

Nel Marzo 2001 la Ong ha avviato un Programma di assistenza alla sanità  primaria in Cuanza Sul con base a Sumbe. Il progetto intitolato “Primary Health Care program in Cuanza Sul”,  ha avuto come obiettivo la fornitura di medicinali essenziali per i posti di salute della Provincia, la fornitura di equipaggiamenti e la formazione di personale sanitario.

Consegna di Farmaci nel Programma “Primary Health Care” in Cuanza Sul

Nel Novembre 2002 Alisei ha avviato un’altro importante Programma sanitario finanziato dall’Unione Europea, intitolato “Reforço dos serviços sanitarios e istituionais de apoio aos deslocados e desmobilizados do Municipio de Seles, Provincia de Kuanza Sul, Angola” finalizzato alla costruzione di un Centro di Salute a Seles e alla costruzione di un Posto di salute ad Amboiva e alla ristrutturazione di un Posto di salute a Catanda. Tutte le opere sono realizzate in località  semi distrutte durante la guerra civile. Nel contesto di tali opere sono stati forniti anche medicinali di prima necessità .

Settore agro-zootecnico

Fin dal 1999 ALISEI ha sviluppato diversi progetti agricoli in Angola. I primi interventi si sono focalizzati nell’appoggio alla produzione agricola attraverso la diffusione dei semi verso gruppi beneficiari che a causa della guerra si trovavano in situazione di estrema povertà  e malnutrizione. Nella prima fase dell’emergenza bellica le azioni sono state strutturate congiuntamente a finanziatori quali FAO, CE, PAM ed in collaborazione con le istituzioni governative (MINADIR, Direzione Provinciale per l’Agricoltura, IDA, EDA). Attraverso la formazione dei beneficiari su moltiplicazione dei semi, tecniche di coltivazione e organizzazione contadina, Alisei ha contribuito alla sicurezza alimentare delle comunità  beneficiarie dirette ed indirette dei progetti.

L’intervento postbellico di Alisei è stato caratterizzato da attività  orientate al reinserimento rurale digli ex militari attraverso piccole attività  agro-zootecniche ed allo sviluppo delle capacità  locali, incentivando la sicurezza alimentare e l’appoggio alle rete di economia locale: fornitura di derrate agricole, supporto alla coltivazione, formazione professionale, moltiplicazione dei semi, costruzione e riabilitazione di infrastrutture agricole, accompagnamento delle associazioni (appoggio nei processi legali, formazione tecnica, appoggio organizzativo, microcredito). Tutte le attività  di Alisei hanno stimolato la partecipazione delle donne in tutti i processi comunitari.

Al 1999 risalgono i primi interventi agricoli nella provincia di Huíla, appoggiando la produzione agricola nei Comuni di Humpata Chibia e Hoque e Cacula. I risultati del primo progetto hanno riguardato la produzione di semi di qualità , che mantengono l’origine angolana e che sono stati commercializzati nelle province di Huíla e Bié attraverso la Direzione Provinciale per l’Agricoltura di Huíla e con la distribuzione diretta a  ONG nazionali ed internazionali. La commercializzazione ha permesso di sviluppare un circolo virtuoso di sostenibilità  delle attività  di moltiplicazione dei semi e formazione nell’area. Nel progetto a Cacula, la ONG ha appoggiato la produzione agricola del gruppo beneficiario attraverso l’aumento della superficie destinata alla coltivazione in modo da riuscire ad affrontare i periodi di siccità  attraverso la conservazione di derrate in esubero nei periodi umidi.

Nel 2000, Alisei ha implementato un progetto finanziato dalla FAO nel Comune di Humpata di appoggio alla selezione e moltiplicazione di semi, integrato da azioni di formazione tecnica sul campo.  Nel  2003 la ONG ha dato continuità  a tale progetto attraverso un nuovo finanziamento della FAO.

Il 2005 è l’anno del primo progetto agricolo nella provincia di Benguela, che tuttora provvede all’assistenza agricola di 1.300 famiglie al fine si rilanciare la Sicurezza Alimentare della regione. I beneficiari del progetto sono protagonisti di un ripopolamento delle aree rurali di origine attraverso la reintegrazione nella produzione agricola a partire dalle basi tecniche e organizzative.  Il progetto prevede la costruzione di 7 Centri di Servizio Agrario organizzati nella prospettiva dell’auto-sostenibilità .

Del 2005 è anche un progetto di Reintegrazione economica e sociale degli ex militari nel comune di Bocoio, attraverso l’appoggio diretto ai beneficiari in attività  agro-zootecniche in concomitanza di percorsi formativi. Tale Progetto è stato rifinanziato da IRSEM e le attività  sono tutt’ora in corso.

Settore diritti umani

Le azioni di Alisei nell’area dei diritti umani hanno avuto inizio nel 2000 con una particolare focus sui diritti dei fanciulli.

Durante la guerra, come nel periodo post-bellico, Alisei ha sempre mantenuto l’obiettivo di garantire il rispetto dei diritti fondamentali dei bambini che, gruppo particolarmente vulnerabile, ha bisogno di attenzione e protezione adeguate.

Azioni di questo tipo sono state sviluppate nelle aree di  Huíla e di Benguela con più di 5000 fanciulli beneficiari. Il gruppo di stakeholders è costituito da bambini colpiti direttamente o indirettamente dalle conseguenze belliche e che si trovavano in una situazione di abbandono fisico e psicologico con una particolare attenzione per i bambini profughi.

Varie le attività  promosse: protezione dei bambini (protezione fisica e assistenza psicologica), risposta alle necessità  primarie (nutrizione, salute, educazione), processi di reintegrazione socio-educativa (costruzione scuole, creazione di strutture di accoglimento, corsi di formazione per adolescenti).

Le azioni dirette alla salvaguardia dei diritti dei fanciulli sono state supportate  da corsi di formazione di equipe locali (professori, operatori sociali, educatori, psicologi) e sensibilizzazione delle comunità  sugli strumenti di protezione dei diritti in modo da garantire la sostenibilità  del progetto rafforzando la società  civile.

A Lubango è stata creata una rete di istituzioni nazionali ed internazionali finalizzata ad azioni di polite lobbying sul rispetto di alcuni strumenti fondamentali di protezione dei fanciulli.

Nel 2000, un progetto pilota di protezione dei bambini vittime di guerra in Etiopia e Angola sviluppato a Lubango, nella Provincia di Huíla ed in alcune aree dell’Etiopia (Adis Abeba e Disse), ha permesso il supporto e l’accompagnamento nel reinserimento sociale di circa 2000 bambini colpiti dalla guerra.

Nel 2002 Alisei ha implementato un progetto nella Provincia di Huíla di appoggio alla reintegrazione familiare di 750 bambini e adolescenti di strada (“na e da rua”) e orfani abbandonati attraverso l’appoggio di istituzioni locali.

Nel febbraio 2002, Alisei ha promosso un intervento nella scuola Joaquim Kapango, Benguela, finalizzato all’appoggio della struttura nelle attività  di protezione, educazione e formazione di fanciulli e adolescenti orfani di guerra. Inoltre, grazie al progetto è cresciuta la capacità  di accoglienza della scuola di 50 bambini, è migliorata la produzione agricola e piccolo allevamento per garantire la sostenibilità  della struttura scolastica sulla base di un adeguato regime nutrizionale dei bambini e della piccola commercializzazione di prodotti di qualità .  Parallelamente tale intervento ha contribuito al miglioramento delle condizioni sanitarie digli ospiti della struttura (bambini, professori e collaboratori) e dell’intera comunità  di riferimento.

Settore acqua e risanamento ambientale

Fin dalle prime azioni  sia nel settore agricolo che sanitario, Alisei ha prestato particolare attenzione alla promozione delle fonti idriche ed al risanamento ambientale attraverso la riabilitazione o costruzione di infrastrutture fondamentali in modo da garantire le condizione igieniche adeguate per supportare l’impatto di ogni progetto.

Tuttavia, Alisei ha implementato azioni specifiche in tale settore con la costruzione e riabilitazione di latrine, pozzi e pompe e la sensibilizzazione al loro utilizzo.

Nel 1998, la ONG si è occupata della riabilitazione delle strutture igieniche fondamentali e della fornitura di acqua potabile nella Scuola di Kapango, Benguela .

Nel 2003 Alisei ha promosso un progetto nella Comuna di Passe finalizzato alla costruzione di 100 latrine la cui gestione è stata affidata a gruppi locali. È stato inoltre aumentato il numero di fonti di acqua potabile migliorando conseguentemente le condizioni igieniche di 7.316 persone in 9 contee.

Nel 2004 la ONG ha promosso un progetto nella comunità  di Pomba Nova, nel Comune di Seles finalizzatoall’installazione, trasporto, immagazzinamento, canali diirrigazione e distribuzione di acqua potabile.

Settore di appoggio istituzionale

A partire dal 2002, Alisei ha sviluppato alcuni interventi di appoggio istituzionale principalmente nelle Province di Benguela e Huíla.

Questo tipo di azione deve essere collocata all’interno di un lungo processo di ricostruzione istituzionale del Paese in seguito al periodo di guerra. Con la prospettiva del rafforzamento del processo di decentralizzazione e buon governo si è risposto alle esigenze di formazione dei quadri ai differenti livelli (provinciale, municipale e comunale) ed in diversi settori amministrativi (sanitario, diritti umani, agricoli) creando reti di contatti tra le autorità  istituzionali, quelle tradizionali e la società  civile.

La ONG ha partecipato al Programma di Appoggio alla Ricostruzione (PAR) che si inserisce nel disegno delle azioni proposte dal Protocollo di Pace a Lusaka (1994) con l’obiettivo di migliorare le condizioni di vita delle popolazioni rurali di differenti aree del Paese.

Nel 1999 Alisei ha promosso un’azione volta a stimolare l’uso razionale delle medicine essenziali garantendo l’appoggio tecnico e organizzativo nella formazione dei tecnici di salute nella provincia di Huila.

Ultimi ritocchi al Posto di Salute e aiuole fiorite nella Scuola costruita da Alisei con i fondi della Cooperazione Italiana nel Municipio di Bungei, Provincia di Huila

Nel 2002 la ONG ha sviluppato un ulteriore progetto all’interno del PAR nel Municipio di Bocoio, nella provincia di Benguela durante il quale sono stati identificati, formati ed addestrati diversi gruppi di Intervistatori e Facilitatori. L’obiettivo era la realizzazione entro il Marzo 2003 di un Diagnostico Partecipativo attraverso inchieste sul 30% delle assemblee partecipative e delle APDR (Udienze Mono e Multi-Settoriali nelle aree di Educazione, Salute, Acqua e Risanamento ambientale, Agricoltura e Opere Pubbliche) che ha permesso l’elaborazione di un PRM (Programma di Ricostruzione Municipale).

Inoltre, tale progetto ha portato alla riabilitazione di un Ufficio Amministrativo beneficiario delle attrezzature acquisite dal progetto e la costruzione di 2 scuole nelle località  di Cavimbi II – Comuna di Cubal do Lumbo e Saraiva – Comuna di Monte Belo.

Nel 2004, la ONG ha dato continuità  al primo progetto in Bocoio proseguendo nella seconda fase di Programma PAR con la formazione di 160 quadri dell’Amministrazione Municipale sulla gestione e programmazione, pianificazione strategica e controllo territoriale.

Settore edilizio

Nel 2003 Alisei ha avviato un progetto finanziato dalla Cooperazione Italiana, finalizzato alla ricostruzione di 7 Posti di salute e di 5 Scuole nei Municipi di Quilengues, Kaluquembe e Chipindo nella Provincia della Huila. Il Programma prevedeva inoltre un corso di formazione per Infermieri.