: Category One

PANDEMIA COVID19, BISOGNA AGIRE

La pandemia è l’ennesimo campanello d’allarme. È il momento di agire.
La distruzione della natura mette a rischio la nostra stessa sopravvivenza.
Il 75% dei virus come il covid 19 sono di origine animale.
La tutela dell’ecosistema e della biodiversità è vitale per prevenire nuove epidemie.
Non possiamo mantenere gli attuali modelli di “sviluppo”. Dobbiamo lavorare in armonia con la natura, prevenire il cambio climatico e la perdita della biodiversità.
Se falliamo fallisce l’umanità, 

Per saperne di più guarda il  link al video di UNEP

Ciao Raffaele! – in ricordo dell’amico Raffaele Masto

Alisei si unisce al cordoglio per la scomparsa del caro amico Raffaele Masto, appassionato giornalista di Africa Rivista e di Radio Popolare da sempre impegnato per dare voce ai più deboli e per raccontare l’Africa in tutta la sua complessità e ricchezza, le sue contraddizioni e la sua umanità. Un giornalista che per tanti anni ha raccontato quanto visto direttamente sul campo, incluso il lavoro di Alisei. Link

FERMIAMOCI, E’ IL MOMENTO DI RIFLETTERE SUL NOSTRO STILE DI VITA E MODELLO DI “SVILUPPO”

“All’inizio pensai che stavo combattendo per salvare gli alberi della gomma, poi ho pensato che stavo combattendo per salvare la foresta pluviale dell’Amazzonia. Ora capisco che sto lottando per l’umanità…”
(Chico Mendes)

Ci troviamo nel mezzo di una grave crisi sanitaria che ci lascia sgomenti e che conferma come il nostro modello di sviluppo sia fragile e squilibrato, rendendoci tutti improvvisamente vulnerabili al verificarsi di crisi globali.

Alisei da più di 30 anni opera per promuovere uno sviluppo sostenibile ed equo, lavorando in contesti di precarietà ed emergenza, a fianco delle persone più fragili e a rischio.

L’aumento delle disuguaglianze nella distribuzione della ricchezza, la crescita demografica incontrollata nelle aree più povere del pianeta, dove l’assenza di istruzione e la violazione dei diritti delle donne rappresentano la norma, producono effetti devastanti e incontrollabili.
Le risorse ambientali sono in esaurimento. Il Nord del mondo a maggio avrà già consumato le risorse che il pianeta è in grado di rigenerare in un anno (“overshoot day”), provocando gravi effetti sul cambio climatico a scapito innanzitutto dei paesi più poveri.

La nostra Europa, nata sulle macerie della seconda guerra mondiale per prevenire il ripetersi degli orrori della guerra, è afflitta dagli egoismi nazionali, e non ha saputo, negli ultimi venti anni, mettere al centro del proprio operato la solidarietà e la tutela dei diritti.

In questi giorni, in cui siamo chiamati a ridurre la frenesia della nostra routine quotidiana, l’invito è quello di fermarsi a riflettere, a comprendere come sia indispensabile cambiare profondamente i nostri stili di vita e i nostri modelli di sviluppo, ripartendo dalla solidarietà, dalla tutela dell’ambiente e dal valore dei beni pubblici.

Di seguito alcuni testi sullo sviluppo sostenibile che tutti dovremmo leggere e rileggere:
Dichiarazione di Rio sull’Ambiente e lo Sviluppo del 1992 dell’ONU
Rapporto su popolazione e sviluppo – Conferenza internazionale del Cairo, 1994
L’enciclica laudato sì di Papa francesco 

REPUBBLICA DEL CONGO _ LA TUTELA DEI DIRITTI UMANI DELLE POPOLAZIONI AUTOCTONE

Ecco alcune immagini degli incontri con le comunità e le autorità tradizionali dei villaggi di Mbatra, Kimbini, Nkaa e Mingali II per presentare le attività del progetto “Renforcement des capacités de promotion et protection des droits des peuples autochtones de la Bouenza” gestito in partenariato con l’associazione AMACO. Il progetto promouve l’accesso all’educazione sia per i bambini che per gli adulti delle comunità autoctone della regione della Bouenza, per la valorizzazione della loro preziosa cultura e per l’emancipazione e l’appropriazione di consapevolezza dei propri diritti.

MARTINA PANISI E IL PROGETTO FOREST GIANTS VINCONO IL PREMIO TERRES DE FEMMES

Complimenti alla nostra Martina Panisi, vincitrice del Premio Terres de Femmes 2020 della Fondazione Yves Rocher Italia per il suo impegno nel progetto a tutela della lumaca gigante di Sao Tomè, il buzio d’Obô. Specie endemica e a rischio di estinzione, la storia di questa lumaca gigante ci ricorda che la difesa di tutti gli esseri viventi, anche di quelli che possono sembrare “gli ultimi degli ultimi” è fondamentale per preservare la nostra biodiversità!

Scopri come sostenere i nostri progetti per la tutela dell’ambiente cliccando su questo link!

Lo sapevi che…..

Lo sapevi che nelle pratiche religiose tradizionali dei pigmei gli spiriti hanno un’importanza fondamentale? sono venerati sia gli spiriti degli antenati che quelli di alcuni animali “totem” (elefanti, gorilla etc.). Gli spiriti sono invocati prima delle battute di caccia per favorirne la buona riuscita. Molte tribù pigmee credono che i defunti possano reincarnarsi in particolari animali, come gli elefanti, per continuare a vegliare e proteggere la comunità.